Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Achille Lauro vestito da sposa bacia Boss Doms e duetta con Fiorello

Cronaca lunedì 10 luglio 2017 ore 14:19

Consip, la procura di Roma dice no a Scafarto

Il capitano del Noe accusato di falso e rivelazione di segreto d'ufficio aveva chiesto di trasferire l'inchiesta a suo carico a Napoli o a Firenze



ROMA — La procura di Roma ritiene di essere competente per indagare sul capitano del Noe dei Carabinieri di Napoli Giampaolo Scafarto, indagato per falso e rivelazione di segreto d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta su alcuni superappalti della centrale acquisti pubblica Consip (vedi qui sotto gli articoli collegati).

Erano stati gli avvocati difensori di Scafarto a chiedere il trasferimento dell'attività investigativa relativa al loro assistito dalla procura di Roma ad un'altra procura, indicando quella di Napoli, dove Scafarto è di stanza attualmente, oppure quella di Firenze, dove l'ufficiale ha lavorato in passato.

I pm romani hanno però respinto l'istanza e a questo punto i difensori di Scafarto possono presentare ricorso in Cassazione.

Giampaolo Scafarto è accusato di falsificato in alcuni punti le informative trasmesse ai pm titolari dell'inchiesta Consip, introducendo elementi non corripondenti al vero che aggravavano la posizione di alcuni indagati come Tiziano Renzi, padre del segretario del Pd Matteo, accusato di traffico di influenze illecite; Scafarto è anche accusato di aver trasmesso informazioni coperte dal segreto d'ufficio a due ex colleghi del Noe ora in servizio presso l'Aise (Agenzia informazioni e sicurezza esterna).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca