Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi -3°15° 
Domani -4°10° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 18 febbraio 2019

Attualità venerdì 06 gennaio 2017 ore 10:23

Consigli provinciali al voto

Domenica 8 gennaio urne aperte per il rinnovo dei Consigli provinciali. Tra le province toscane Grosseto, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato e Siena



FIRENZE — Si chiude il 29 gennaio la tornata elettorale che ha visto per il 2016 il rinnovo degli organi di 71 su 76 delle nuove Province delle Regioni a Statuto ordinario con elezioni di secondo livello. 

L'appuntamento numericamente più rilevante si terrà in ogni caso domenica 8 gennaio, quando si apriranno le urne per il rinnovo di 38 Consigli provinciali.

Nel complesso, le elezioni già svolte e quelle che si terranno tra domenica prossima e la fine di gennaio, coinvolgeranno, per il voto nelle 71 Province, 61.127 elettori, vale a dire sindaci e consiglieri comunali in rappresentanza di 5.120 Comuni coinvolti, chiamati ad eleggere 842 consiglieri e 16 presidenti.

Da rilevare che nelle Province nelle quali si è già votato l'affluenza al voto è stata molto alta, con una media che si è attestata al 78 per cento, con picchi che hanno sfiorato il 95 per cento degli aventi diritto. 

Con le votazioni che si terranno tra domenica e la fine di gennaio si completa il quadro dei nuovi Presidenti e si procede al primo rinnovo dei consiglieri provinciali: in tutto, dunque, saranno 858 i nuovi eletti che amministreranno le Province a titolo gratuito.

Le Province interessate dal voto domenica prossima sono: Ancona, Ascoli Piceno, Belluno, Brescia, Brindisi, Chieti, Como, Foggia, Forlì-Cesena, Frosinone, Grosseto, Isernia, La Spezia, Latina, Lecce, Lecco, Livorno, Monza-Brianza, Novara, Padova, Perugia, Pesaro-Urbino, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Rieti, Rovigo, Salerno, Savona, Siena, Taranto, Teramo, Terni, Verbano Cusio Ossola, Verona e Vicenza. 

Secondo la legge Delrio gli organi delle nuove Province sono composti da: un Presidente di Provincia, che è un sindaco eletto dai sindaci e dai consiglieri dei comuni della Provincia (che resta in carica 4 anni); il Consiglio provinciale, che è composto da sindaci e consiglieri comunali eletti da sindaci e consiglieri dei comuni della Provincia (resta in carica 2 anni); l'Assemblea dei sindaci, che è l'organo in cui siedono tutti i sindaci dei Comuni della Provincia. Presidente sindaco, consiglieri provinciali e sindaci dell'Assemblea, eletti dunque con votazioni di secondo livello, non ricevono indennità per amministrare queste istituzioni, i cui costi della politica sono pari a zero.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità