comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:34 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
La lezione di Burioni sull'immunità di gregge: «Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, la libertà è un'altra cosa»

Attualità sabato 04 febbraio 2017 ore 18:05

Due giorni fra nubifragi, fulmini e temporali

Allerta meteo per forti piogge in Toscana, da domenica fino alla mattina di lunedì. Zone più colpite la provincia di Massa, Lucca e Pistoia



FIRENZE — Il Centro funzionale della Regione ha emesso due bollettini di allerta meteo in vista della nuova perturbazione più intensa dell'attuale che interesserà la Toscana tra domenica e lunedì e che porterà nella giornata di domani, domenica, piogge diffuse, più intense tra il pomeriggio e la sera sulle zone settentrionali, in particolare sui rilievi.

Possibilità di temporali dal pomeriggio. Sono previsti cumulati medi significativi sulle province di Massa, Lucca, Pistoia, con massimi elevati. Sulle aree appenniniche di Prato, Firenze e Arezzo cumulati medi localmente significativi. In queste zone saranno possibili pertanto allagamenti nelle zone depresse e in prossimità dei corsi d'acqua minori e nei fiumi Bisenzio e Ombrone Pistoiese, ma anche il possibile innesco di frane nelle zone soggette a maggior pericolo idrogeologico.

Rischio idrogeologico da codice giallo in Casentino, Mugello,Valdarno, Valdelsa e Valdera, sempre per lo stesso lasso di tempo fra domani e lunedì.

Per il vento, oggi sabato 4, soffieranno venti forti di Libeccio con forti raffiche su tutti i crinali Appenninici e localmente sulle altre zone. Il che porterà anche a un aumento del moto ondoso in particolare dal pomeriggio con mare molto mosso ovunque, fino a temporaneamente agitato a nord di Capraia, localmente anche sotto costa.

La Protezione civile raccomanda di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d'acqua (ponti)e delle zone depresse (sottopassi stradali, zone di bonifica), evitare i guadi. Sulle strade prestare attenzione alla presenza di detriti o di allagamenti nei tratti montani esposti a frane, caduta massi e vicino ai corsi d'acqua o altri tratti soggetti ad allagamento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità