Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il treno della Circumvesuviana investe un frigorifero sui binari

Attualità lunedì 09 gennaio 2023 ore 18:30

Via all'anno accademico per il Politecnico delle Arti e del Design

Servizio - Al via l'anno accademico del primo Politecnico delle arti e del design in Italia

L'organismo d'alta formazione federa tre distinti istituti: il conservatorio Cherubini, l'Accademia delle Belle Arti e l'Isia di Firenze



FIRENZE — Via all'anno accademico 2022-2023 per il Politecnico delle Arti e del Design, la realtà di alta formazione che federa tre istituti: il conservatorio Cherubini di Firenze, l’Accademia delle Belle Arti e l’Isia di Firenze. L'inaugurazione si è svolta stamani in un evento pubblico al teatro Niccolini del capoluogo toscano alla presenza del ministro dell’università e della ricerca Anna Maria Bernini. 

Insieme alla ministra, ad aprire l’anno accademico erano presenti il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella e i presidenti dei tre istituti vale a dire Rosa Maria Di Giorgi per il Cherubini e per l’Isia, e Carlo Sisi per l’Accademia.

Parole di orgoglio sono state espresse da Giani, che ha parlato di occasione unica in Italia per questa realtà formativa: "Una federazione fra tre istituti - ha dichiarato - dimostra la grande storia che Firenze ha nell’alta formazione. Ed è anche un’ulteriore spinta a mettere insieme le energie per poter realizzare strutture sempre più qualificate". 

"In questo caso si parla di musica con il Conservatorio, di design industriale grazie all’Isia. L’Accademia si porta dietro un patrimonio di storia e di arte fin dalla sua nascita nel 1564 con Vasari e Cosimo I dei Medici. Tre realtà che possono dare qualcosa di unico al mondo", ha sottolineato.

Alcune delle grandi opere realizzate nel corso della storia da artisti formatisi in questi tre istituti sono state passate in rassegna dallo stesso Giani. Si va dal palazzo d’Inverno e l’Ermitage di San Pietroburgo progettato da Carlo Bartolomeo Rastrelli, al Teatro comunale di Varsavia progettato da Antonio Corazzi. E poi il padre dei Macchiaioli, Giovanni Fattori, che insegnava all’Accademia. 

"Vedere - ha concluso Giani - che nella versione moderna questi istituti riescono a mettersi insieme e ad avere la possibilità di creare nuovi spazi, penso ad esempio l’ex Meccanotessile di Rifredi, a Villa Strozzi, è un ulteriore passo verso la qualificazione di Firenze in questi settori". 

L'inaugurazione dell’anno accademico 2022-2023 sottolinea l’importanza e il valore di una collaborazione ultra decennale dei tre istituti che si concretizza nella realizzazione di un innovativo polo formativo, il Politecnico delle Arti e del Design (Polifi), primo esempio di federazione nel settore dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica in Italia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno