Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:17 METEO:FIRENZE11°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Attualità domenica 11 settembre 2022 ore 18:22

Scuola con l'incubo del caro energia e caro prezzi

Le scuole riaprono il 15 Settembre in Toscana, Emilia Romagna e Lazio. Risparmiare è la parola d'ordine per le famiglie davanti all'aumento dei prezzi



FIRENZE — Il rientro a scuola si avvicina e deve fare i conti con il caro energia e con il caro prezzi, riscaldare ed illuminare le aule potrebbe non essere così facile e si è così riaffacciata l'ipotesi della didattica a distanza o della settimana corta, ma anche acquistare libri e cancelleria è un peso per le famiglie che hanno già trovato i prezzi aumentati. Libri e quaderni così come matite ed altri accessori fanno parte della grande produzione energivora del Paese.

In Toscana le aule riapriranno il 15 Settembre come in Emilia Romagna e nel Lazio. Il nuovo anno scolastico inizia domani in Abruzzo, Basilicata, Friuli, Lombardia, Piemonte e Veneto, il 13 in Campania ed il 14 in Calabria, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna e Umbria. Ultimi a rientrare gli studenti di Sicilia e Valle d'Aosta il 19 Settembre.

Sono gli ultimi giorni per fare scorta di cancelleria e le famiglie hanno già trovato la brutta sorpresa dei rincari che non hanno risparmiato il materiale scolastico.

Secondo l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori i costi del materiale scolastico registrano un aumento medio del 4,3% rispetto al 2021.

Complessivamente la spesa per il corredo scolastico ammonterà quest’anno a circa 571,60 Euro per ciascun alunno.

Per questo motivo Federconsumatori è convinta che molti ricorreranno al riutilizzo del materiale degli anni passati, nonché al ricorso all’usato per i testi scolastici.

Si confermano infatti in salita i costi dei libri: per ogni studente in media si spenderanno 481,04 Euro per i testi obbligatori più 2 dizionari. La variazione rispetto al 2021 è del 2% secondo un calcolo che tiene in considerazione le diverse classi delle scuole medie inferiori, licei ed istituti tecnici. Tali costi sono relativi ai libri nuovi. Acquistando i libri usati, si dovrebbe risparmiare oltre il 24%.

Gli alunni delle classi prime spenderanno di più. Uno studente di prima media spenderà mediamente 443,03 Euro, il 3% in più  rispetto allo scorso anno oltre ai 571,60 Euro per il corredo scolastico ed i ricambi per l’intero anno, e si arriva ad un totale di 1.014,63 Euro. In prima liceo solo per i libri di testo  e 4 dizionari è stimata una spesa di 683,46 Euro , il 2% in più rispetto allo scorso anno oltre sempre ai 571,60 Euro per il corredo scolastico ed i ricambi. Il totale arriva a 1.255,06 Euro.

Manca la dotazione informatica, sempre secondo lo studio dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori tra computer, webcam, microfono, antivirus, programmi base una famiglia spende da 369,88 Euro a 3.756,98 euro, compresi abbonamenti annui. Va inoltre aggiunta la spesa per la connessione a internet. Federconsumatori, stima un risparmio del 38% acquistando prodotti rigenerati.

Sulla scuola pende però anche il caro energia per illuminare e riscaldare le aule.

Sull’ipotesi di ricorrere alla settimana corta come misura contro il caro-energia è intervenuto il Codacons che si è detto contrario ed ha chiesto di fissare tetti massimi ai prezzi di luce e gas, annunciando battaglia in caso di limitazioni dell'attività scolastica giustificate dal risparmio energetico.

L'Associazione dei consumatori, Aduc, ha preferito rivolgere ai genitori alcuni consigli per risparmiare dall'acquisto di uno zainetto di seconda mano, e libri usati oltre a riutilizzare il corredo scolastico dell'anno precedente, personalizzandolo. Non manca il suggerimento ad attivare un carpooling con altri genitori per risparmiare carburante e tempo per finire con l'invito a sposare la filosofia del pedibus, il percorso a piedi con i bambini seguiti da accompagnatori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno