Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:15 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Camera, il labiale di Donzelli durante l'intervento di Gardini

Attualità venerdì 08 gennaio 2021 ore 14:00

Superiori, 33mila studenti e la scelta giusta

Un momento della conferenza stampa di presentazione
Un momento della conferenza stampa di presentazione

La Regione Toscana ha lanciato la campagna di comunicazione in vista della decisione della scuola superiore. Testimonial il cantante e attore Baglioni



FIRENZE — Sono 33mila i giovani toscani che entro il 25 Gennaio devono decidere quale scuola superiore scegliere, per questo motivo la Regione Toscana ha organizzato una campagna di comunicazione per indirizzare gli adolescenti verso la scelta giusta. La campagna sbarca anche sul social network più in voga del momento, tik tok. Insieme al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e all'assessore all'istruzione e formazione Alessandra Nardini il testimonial Lorenzo Baglioni, cantante, attore e fino a qualche tempo fa insegnante di matematica.

“La scuola superiore è uno snodo fondamentale in una fase cruciale come quella dell’adolescenza – ha sottolineato Giani – sono cinque anni importantissimi per la crescita, anche come cittadini. Per questo come istituzioni ci sentiamo in obbligo di aiutare tutti ad optare per la scelta più giusta. Vogliamo comunque ulteriormente migliorare, sono troppi i giovani che anzi tempo lasciano la scuola con un’esperienza non ben indirizzata. Ma vogliamo anche aiutare a risolvere il problema del mancato incontro tra offerta e domanda, visto che ci sono opportunità di lavoro a volte trascurate”. 

La campagna vuole combattere l'abbandono scolastico che in Toscana nel 2015 era al 13,4 per cento mentre nel 2019, ultimo dato disponibile, è sceso al 10,4 per cento, in linea con la media europea del 10,3, quando invece il dato italiano è al 13,5. I neet, ovvero giovani tra 15 e 24 anni che non studiano e neppure lavorano, in Toscana erano il 13 per cento nel 2019 (rispetto al 16,4 per cento del 2015). La media italiana è del 18.1 e quella europea del 10,1 per cento: "Dal 4 al 25 gennaio – ha spiegato l’assessore Nardini - moltissime ragazze e ragazzi devono scegliere a quale scuola secondaria di secondo grado o corso IeFP iscriversi. Una decisione che influenzerà non poco la prosecuzione del loro percorso di studi e formazione e, di conseguenza, anche il loro futuro lavorativo. L'orientamento è uno strumento fondamentale, che può supportare in maniera determinante una decisione informata e consapevole, in modo da scegliere la strada giusta sulla base delle proprie caratteristiche e attitudini, dei propri interessi e obiettivi. Puntiamo molto a favorire l'orientamento dei giovani, come dimostra il progetto ‘Studiare e formarsi in Toscana: scegli la strada giusta per te’, poiché esso rappresenta un elemento importantissimo di prevenzione e di contrasto del fenomeno dell'abbandono e della dispersione scolastica, che ha ancora numeri preoccupanti ed il cui abbattimento rientra tra i nostri obiettivi prioritari".

Questa campagna di comunicazione vede anche la collaborazione di GiovaniSì, il progetto regionale per l'autonomia dei giovani e, stanti le norme anticovid, si svolgerà sul web con tre video, di cui due musicali: "Quando riesco a tornare a fare qualcosa per la scuola sono contento - ha detto Baglioni - l’avevo già fatto in passato partecipando ad un progetto di contrasto alla dispersione scolastica. L’offerta formativa della Regione è davvero ricca e va fatta ben conoscere”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno