Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morto Franco Battiato. L'intervista del 2018: «Milano con la nebbia, mi piacque molto: cantavo per scherzo dei madrigali barocchi. Fu Gaber che mi disse di chiamarmi Franco»

Attualità domenica 27 dicembre 2020 ore 19:40

Vaccine day, missione compiuta

Le prime 620 dosi sono state distribuite e somministrate in 11 ospedali toscani ed una residenza sanitaria. Due infermiere le prime vaccinate



FIRENZE — Una data simbolica quella del 27 Dicembre con il Vaccine Day che resterà nell'album dei ricordi della Toscana. 

All'alba occhi puntati sull'aeroporto di Peretola dove l'Esercito ha scaricato le 620 dosi del vaccino Pfizer Biontech destinate all'azienda ospedaliera di Careggi. Da qui, dove le dosi sono arrivate alle 8 accolte dalle autorità regionali, dodici automezzi refrigerati sono partiti per la distribuzione nelle varie località toscane.

Le prime ad essere vaccinate stamani alle 8 e 40 negli ambulatori del CTO di Careggi sono state due infermiere, Simona Bausi e Elena Berti.

"Un momento di portata storica - ha commentato il presidente della Toscana, Eugenio Giani - iniziamo a costruire lo scudo protettivo per una popolazione che sta vivendo momenti difficili e assai delicati. Oggi è una partenza simbolica, con 620 vaccini in attesa della vera somministrazione che inizierà il 2 Gennaio e porterà in quel mese 116.000 dosi per coloro che sono in prima linea e per gli anziani nelle RSA e poi, si continuerà, man mano che arriveranno le indicazioni del Governo, raggiungendo oltre 3 milioni di persone in Toscana”.

Di giornata storica ha parlato anche l’assessore alla Sanità Simone Bezzini "Un primo traguardo raggiunto grazie alla ricerca scientifica e all'impegno congiunto delle istituzioni a livello europeo, nazionale e regionale. La Toscana sta lavorando con serietà, lungimiranza e grande spirito di squadra, il nostro sistema sanitario è organizzato per affrontare al meglio questa sfida collettiva che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi. Auspico la più grande adesione possibile alla vaccinazione, solo con la tenacia e la fiducia si può vincere questa battaglia per la vita”.

A ricevere le prime dosi sono stati gli operatori dipendenti del Servizio Sanitario Regionale, tra cui anche il personale del 118, delle Usca e Girot, oltre agli ospiti delle RSA. Dopo questa fase iniziale la vaccinazione proseguirà in modo continuativo coinvolgendo gli operatori sanitari in lista, gli ospiti ed il personale delle RSA e delle Case di Cura.

A somministrare le prime dosi di vaccino nei presidi ospedalieri è stata un équipe composta da due assistenti sanitari, due infermieri ed un medico. Nella RSA di Montedomini la squadra è stata integrata con personale della USCA e del Girot.

Da Careggi intanto alle 8.30 le altre 580 dosi hanno preso destinazione Firenze al San Giovanni di Dio e alla RSA Montedomini. E nel resto della Toscana hanno raggiunto gli ospedali San Iacopo di Pistoia, al Santo Stefano di Prato, al San Giuseppe di Empoli, all’Aou di Pisa, all’ospedale di Livorno, al San Luca di Lucca, all’ospedale delle Apuane a Massa, all’Aou delle Scotte di Siena, al San Donato di Arezzo, all’ospedale Misericordia di Grosseto e all’unica Rsa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La novità è emersa durante uno studio che sarà pubblicato a breve. Attualmente in Toscana il richiamo per questo siero anti-Covid è dopo 42 giorni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Cronaca

Attualità