Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità lunedì 11 settembre 2017 ore 19:18

Livorno in lutto fino al giorno dei funerali

Le vittime accertate sono sette ma c'è ancora un disperso. Danni enormi. Rossi: "Pronti a portare la Toscana sotto Palazzo Chigi e il Parlamento".



LIVORNO — Centinaia di cittadini, di volontari, di vigili del fuoco stanno lavorando senza sosta per liberare case e strade dai detriti lasciati dal passaggio della furia dell'alluvione. Auto, mobili, elettrodomestici, oggetti di ogni tipo spuntano dall'acqua e dal fango. l danni della devastazione provocata dal maltempo sono ingentissimi ma il pensiero di tutti corre alle vittime, a ai quelle sette persone che non sono sopravvissute e potrebbero aumentare, c'è ancora un disperso (vedi qui sotto gli articoli collegati).

La giunta comunale ha proclamato il lutto cittadino fino al giorno dei funerali. Bandiere a mezz'asta negli edifici pubblici, tutti i negozi chiusi per un minuto all'inizio delle esequie che saranno celebrate con la partecipazione del gonfalone.

"La proclamazione del lutto cittadino è un modo per rendere visibile il dolore e la vicinanza della città a tutti coloro che sono stati colpiti da questa tragdia, in primis i familiari delle vittime - ha detto il sindaco Filippo Nogarin - Semplici gesti simbolici che vanno ad aggiungersi alla grande e fattiva catena di solidarietà che, fin dalle prime ore dell'emergenza, si è creata in tutta la città nei confronti di chi è stato coinvolto nella drammatica alluvione".

Anche il capo della protezione Angelo Borrelli, giunto a Livorno nel pomeriggio per incontrare il primo cittadino e il governatore Enrico Rossi, ha dichiarato che a Livorno "i soccorsi sono stati immediati ed efficaci".

"Ora sta alla regione chiedere lo stato di emergenza - ha sottolineato Borrelli - Se il Consiglio dei ministri lo riconoscerà, la protezione civile emanerà ordinanze per l'assistenza della popolazione, per il ristoro delle spese e per gli interventi necessari per evitare pericoli per i cittadini".

Dal canto suo il presidente della Regione Enrico Rossi ritiene che lo stato di emergenza non sia sufficiente, reclamando poteri straordinari per gestire la situazione di Livorno.

"A Livorno serve un evento eccezionale dello Stato, con provvedimenti ordinari qui non ne usciamo - ha dichiarato Rossi - Chiediamo un intervento analogo a quello riservato al Veneto colpito nel 2010 dall'alluvione e all'Emilia Romagna colpita dal terremoto nel 2012. Al primo andarono 300 milioni di euro e alla seconda 500".

"Qui è piovuto sul bagnato di una situazione sociale resa esplosiva dalla crisi economica - ha aggiunto Rossi - Non non saremo dossidfatti fino a quando il governo non sarà per noi quello che ha fatto per Emilia e Veneto. Siamo pronti a portare la Toscana sotto Palazzo Chigi e il Parlamento. Il popolo livornese è generoso ma non si scambi questo con la remissività".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 36 anni è stata arrestata a seguito di una lunga serie di furti e di indagini condotte da carabinieri, polizia, finanza e vigili urbani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Monitor Consiglio

Attualità

Cronaca