Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:FIRENZE21°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 17 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ciclista sfiorato dal treno si salva per un pelo. La sua bici è stritolata
Il ciclista sfiorato dal treno si salva per un pelo. La sua bici è stritolata

Attualità sabato 13 aprile 2024 ore 10:00

Polaris, il nuovo catamarano di Arpat

Il varo della Polaris con Eugenio Giani

L'imbarcazione sostituisce Poseidon per i rilievi e il monitoraggio marino: dotata di tutti i mezzi per effettuare carotaggi e campionamenti



LIVORNO — È stata varata la nuova imbarcazione oceanografica di Arpat, la Polaris, un catamarano di 16 metri che prende il posto del battello Poesidon, ormai obsoleto, nelle attività di monitoraggio marino-costiero.

"Arpat avrà così un nuovo strumento per portare avanti il suo eccellente lavoro di controllo della qualità dell’ambiente in Toscana - ha detto il presidente della Toscana, Eugenio Giani - la nuova Polaris, come auspica già il suo nome, sarà un punto di riferimento, un importante presidio contro l’inquinamento marino, utile per campionamenti, carotaggi, prelievi dal fondale. E come secondo nome penserei a Pegaso del mare, per la grande importanza che questo battello avrà per la Toscana, dotato delle più moderne tecnologie e molto meno inquinante del Poseidon".

Non l'unica novità per Arpat, per la quale lo stesso Giani ha ricordato di aver disposto un aumento di personale con 18 nuove assunzioni, 13 delle quali a tempo indeterminato. 

"Conoscere a fondo il nostro mare, il suo stato ecologico e quello chimico, la presenza di alghe, le caratteristiche dei fondali, lo stato della fauna ittica: tutto questo è essenziale per poter programmare delle corrette politiche di tutela della costa - ha detto l’assessora regionale all’Ambiente Monia Monni - in questo senso il ruolo di Arpat è fondamentale come supporto all’azione della Regione".

La nuova Polaris è stata finanziata con fondi del PNRR e può mantenere una velocità massima di crociera di 24 nodi con una autonomia di 200 miglia nautiche. Oltre alle strumentazioni standard, sulla Polaris sono installati gli elementi di supporto per le operazioni di campionamento come, ad esempio, la gru con braccio mobile e i verricelli per i cavi che permettono la movimentazione di vari strumenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno