Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE19°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità lunedì 26 giugno 2023 ore 18:47

Av, dall'Aretino i conci per il passante a Firenze

I conci sono gli elementi in calcestruzzo che attraverso la talpa meccanica vengono assemblati per formare gli anelli di rivestimento della galleria



LUCIGNANO — Avviata la produzione degli elementi in calcestruzzo che attraverso la talpa meccanica vengono assemblati per formare gli anelli di rivestimento per la galleria dell'Alta Velocità di Firenze.

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Stefano Baccelli, questa mattina hanno fatto visita agli stabilimenti dell’impresa Pizzarotti di Lucignano. Ad accoglierli il presidente della Pizzarotti, Paolo Pizzarotti, l’amministratore delegato Carlo Luzzatto e Fabrizio Rocca, responsabile progetti Firenze direzione investimenti Rfi.

“Abbiamo accettato con interesse l'invito dell'impresa Pizzarotti a visitare questo importante stabilimento industriale dove verranno prodotti i conci, elemento molto importante per la realizzazione della galleria dell'alta velocità di Firenze – ha dichiarato Giani -. La possibilità di avere questo insediamento industriale così vicino al cantiere mi sembra un elemento di grande novità rispetto ad altri cantieri che ci sono in Italia. Questo in una duplice ottica: da un lato, perché consente con facilità di approvvigionare il cantiere, dall'altro, perché sì ingenerano esternalità positive non solo economiche ma anche di concreta sostenibilità, in quanto i conci verranno trasferiti attraverso la ferrovia da parte di Mercitalia, società di Ferrovie dello Stato”.

Lo stabilimento di Lucignano quest’anno compirà 46 anni dalla sua fondazione, ha ricordato il presidente Paolo Pizzarotti “Si apre ora un nuovo capitolo della storia di questo stabilimento che sarà centrale nel garantire la realizzazione di un’infrastruttura strategica per il Paese, come quella del passante dell’alta velocità di Firenze”.

L’amministratore delegato, Carlo Luzzatto, ha sottolineato che “sin dalla fase progettuale, il nostro intendimento era proprio quello di creare attorno al cantiere di Firenze una sorta di ecosistema che agevolasse l’operatività del cantiere ma soprattutto andasse nella direzione di renderlo concretamente sostenibile lungo tutta la filiera; dalla produzione e dall’approvvigionamento dei materiali fino allo smaltimento del materiale di scavo, tutto avverrà su ferro”. Anche lo stabilimento di Lucignano, ha aggiunto Luzzatto, si caratterizza per un innovativo ricorso alla digitalizzazione delle operazioni. “Siamo una delle prime aziende italiane ad aver ottenuto la certificazione BIM (Building Information Modeling), il sistema che consente di individuare e risolvere i problemi in modo più rapido e preciso, riducendo i costi e il tempo di costruzione complessivo. Investiremo circa 7 milioni di euro in macchinari e tecnologia per triplicare la produzione con un raddoppio dei posti di lavoro”.

L'avvio dei lavori lo scorso 15 Maggio

Con l'inaugurazione della fresa di scavo Iris sono ufficialmente iniziati i lavori di scavo del tunnel per la realizzazione del passante fiorentino dell'Alta velocità ferroviaria e della stazione Av di Firenze, con obiettivo completamento entro il 2028 per la realizzazione sia dei 7 chilometri di sottoattraversamento sia dello scalo ferroviario Belfiore. L'investimento ammonta a circa 2,7 miliardi di euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno