Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:55 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 22 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Dal 26 aprile torna la zona gialla e l'Italia riapre: cosa prevede il nuovo decreto

Attualità mercoledì 03 marzo 2021 ore 17:15

Covid, nuovi posti al Santo Stefano, record di ricoveri alle Scotte

Gli ospedali della Toscana si riorganizzano per fronteggiare la terza ondata dell'epidemia. A Siena 101 malati di Covid in corsia



PRATO — La Toscana ha raggiunto il livello di sicurezza dei posti letto di terapia intensiva occupati da malati di Covid (171 persone pari al 30% dei posti disponibili) e anche quelli riservati ai malati di Covid in area non critica si stanno progressivamente riempiendo, oggi siamo a 1.021 pari al 20% del totale (la soglia massima è il 40%). 

All'ospedale delle Scotte di Siena, in particolare, con 11 nuovi ingressi e 7 dimissioni, oggi sono 101 i degenti positivi al Covid, di cui 17 in condizioni gravi in terapia intensiva e 14 che necessitano di assistenza respiratoria tramite il casco con l'ossigeno.

Le Aziende sanitarie e ospedaliere si stanno quindi riorganizzando per aprire nuovi padiglioni Covid in grado di fronteggiare un ulteriore peggioramento della situazione, la temuta terza ondata dell'epidemia.

All'ospedale Santo Stefano di Prato sono in fase di allestimento 42 nuovi posti, di cui 20 saranno pronti già nella giornata di domani e gli altri a partire dal prossimo fine settimana. I primi 20 posti letto, organizzati in un setting dell’area Covid, si aggiungono ai 79 attualmente presenti e dedicati alla gestione dei pazienti Covid in fase acuta. Al momento su 20 posti letto di terapia intensiva disponibili, quelli occupati sono 15. Nonostante l’ampliamento dei posti letto Covid, al Santo Stefano le attività oncologiche, traumatologiche e le urgenze chirurgiche sono comunque sempre garantite.

“L’attenzione della Regione Toscana e del nostro intero sistema sanitario continua a essere alta nella gestione quotidiana dell’attuale pandemia - ha detto il presidente Eugenio Giani - I nostri interventi sono mirati a fornire risposte organizzative puntuali e immediate, che tengono contro della straordinarietà degli eventi che stiamo vivendo a causa dell’emergenza sanitaria, e non solo, determinata dal Covid. E’ per questo che il nostro monitoraggio è costante e spinto al massimo per programmare al meglio i nostri interventi a livello ospedaliero e territoriale, sulla base dell’andamento della curva epidemiologica. L’implementazione dei posti letto al Santo Stefano di Prato rispondono a questa logica organizzativa, che vede impegnati in prima linea tutti i professionisti della sanità con grande spirito di servizio e abnegazione. Questi sono fatti, concreti, reali, sotto gli occhi di tutti, e realizzati sempre in tempi record, nonostante la complessità dei tempi che viviamo”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La certificazione per recarsi nelle zone rosse o arancioni attesterà la vaccinazione contro il Covid, la guarigione o un tampone negativo. La durata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità