Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La madre di Navalny sulla tomba del figlio il giorno dopo funerali

Attualità sabato 04 febbraio 2023 ore 18:35

Toscana modello, spopola la scuola per pastori

Rimbalza in tutta Italia il percorso formativo promosso in Casentino e rivolto agli aspiranti pastori. Formazione gratuita, compreso l'alloggio



PRATOVECCHIO STIA — La scuola per pastori promossa in Toscana è diventata in poche ore un fenomeno nazionale ed ha attirato molto interesse e curiosità. Il percorso formativo, la pratica nelle aziende agricole, è tutto gratis, alloggio compreso.

Dal mese di Aprile partirà presso il centro di formazione Officine Capodarno a Stia la ShepherdSchool, una scuola per pastori e allevatori, realizzata nel progetto LIFE, strumento di finanziamento dell'Unione europea per l'ambiente e l'azione per il clima ShepForBio. Saranno realizzati quattro cicli di formazione, fino al 2027.

"Passione per gli animali e pazienza" queste sono le qualità richieste a detta degli esperti pastori del Casentino.

La ribalta nazionale

La formazione sia teorica che pratica di pastorizia e allevamento è rimbalzata in tutta Italia, complice la Rai che ha proposto un servizio al Tgr e al Tg1 ma già dalle letture della nostra anticipazione su QuiNewsCasentino era nell'aria la conquista della ribalta nazionale.

Il percorso formativo

L'obiettivo è la conservazione di alcuni habitat di prateria attraverso la promozione e la valorizzazione delle professioni funzionali a questo scopo.

Sono previste lezioni in classe svolte da personale tecnico qualificato, con proposta specifica per ciascuno dei moduli, della durata di otto ore ciascuno, accompagnati da visite presso aziende del settore e una seconda articolazione di stage, di trenta giorni totali non continuativi, in cui i partecipanti affiancheranno professionisti delle realtà produttive nel territorio del Parco nazionale.

Le lezioni teoriche si terranno nei fine settimana da Aprile a Giugno, per dare la possibilità di partecipare anche a chi temporaneamente avesse un altro impiego. I corsi saranno tenuti da docenti, ricercatori ed esperti appartenenti ai partner (DAGRI - Università degli studi di Firenze, Dream Italia, parco nazionale Foreste casentinesi e Regione Toscana oltre che alle associazioni Difesattiva, Rete Appia e Slow Food, collaboratrici del progetto.

"Molte attività economiche possono contribuire alla salvaguardia della biodiversità. Il Parco è fermamente convinto che l'apporto responsabile dell'uomo, in un progetto di sviluppo sostenibile, rinforzi l'interdipendenza tra produzione responsabile di beni e servizi e conservazione degli ecosoistemi" ha spiegato Luca Santini, presidente del Parco.

L’iscrizione alla scuola è gratuita. I partecipanti per il 2023 saranno massimo sei unità, selezionati in base alle esperienze pregresse, ad attitudine e motivazione. 

Agli aspiranti pastori il progetto offre alloggio gratuito presso strutture del Parco nazionale o delle immediate vicinanze per tutta la durata del corso teorico. Nella parte di stage i corsisti alloggeranno presso le aziende agricole coinvolte o in strutture poste in prossimità. Anche in questo caso il costo dell’alloggio è comunque coperto dall'organizzazione del percorso didattico. L'ottenimento delle competenze è subordinato al superamento di un test finale, nell’ambito del sistema della formazione e dell’orientamento della Regione Toscana coinvolta attivamente nell’organizzazione della scuola.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno