Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:11 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Attualità giovedì 29 luglio 2021 ore 18:20

Pandemia, l'Italia è entrata nella quarta ondata

A dirlo è la fondazione indipendente Gimbe alla luce degli ultimi dati settimanali sull'epidemia di Covid: aumentati decessi, ricoveri e contagi



ROMA — L'ultimo monitoraggio della fondazione indipendente Gimbe riguardo all'andamento dell'epidemia di Covid della settimana dal 21 al 27 Luglio lascia poco spazio alla libera interpretazione.

Dopo 15 settimane consecutive di calo, adesso risalgono tutti i parametri epidemiologici, e rispetto alla settimana precedente si registrano nel dettaglio:

+ 46% di morti (da 76 a 111)

+ 65% di nuovi casi (da 19mila a 32mila)

+ 35% di ospedalizzazioni (da 1.194 a 1.611)

+ 14,4% di terapie intensive

Il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta avverte: "Continuano a salire i nuovi casi settimanali, sottostimati dall’insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall’aumento dei positivi. Il virus circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati, di fatto siamo entrati nella quarta ondata". 

Una quarta ondata in cui la differenza la sta facendo la campagna vaccinale, che mantiene basso il numero di decessi e la percentuale di malati di Covid ricoverati in ospedale: ovvero le conseguenze peggiori del contagio, quelle che hanno messo in ginocchio il mondo.

Ed è bene che sia così perchè, sul fronte del tracciamento, tutte le regioni hanno rallentato. Nonostante aumentino i casi, i tamponi effettuati sono addirittura meno di prima; questo ha portato ad una vera e propria impennata del rapporto positivi/testati dall'inizio del mese di Luglio ad ora: dall'1,8% della settimana 30 Giugno - 6 Luglio al 9,1% della settimana 21 - 27 Luglio.

In Toscana nell'ultima settimana tutte le province presentano oltre 50 nuovi casi per 100.000 abitanti: Arezzo (58), Firenze (95), Grosseto (70), Livorno (67), Lucca (118), Massa Carrara (59), Pisa (59), Pistoia (62), Prato (72), Siena (63).

Rispetto alla scorsa settimana però, la Toscana ha visto un miglioramento dei dati relativi all'occupazione dei posti letto in ospedale da parte dei pazienti Covid (2%) e delle terapie intensive (3%) entrambi ampiamente al di sotto delle soglie che fanno scattare la zona gialla.

A preoccupare inoltre sono le riaperture scolastiche, che metterebbero a rischio quella fascia d'età con più contagi e meno copertura vaccinale: a livello nazionale, degli oltre 4,5 milioni di ragazzi tra 12 e 19 anni solo 670mila (14,7%) hanno completato il ciclo vaccinale e circa 765mila (16,8%) hanno ricevuto solo la prima dose. Questo significa che il 68,5% di questi giovani è ancora del tutto scoperta; non per mancanza di volontà ma piuttosto per tre motivi specifici, spiega Cartabellotta:

- il numero di vaccini, che nonostante il via libera dell'Aifa a Moderna e Pfizer non raggiunge cifre sufficienti

- la mancata revisione delle priorità della campagna vaccinale, che invece di andare in favore dei giovani continuano a mettere davanti altre categorie

- l'ostruzionismo verso la vaccinazione da parte di alcuni genitori di minorenni

In Toscana il ritardo sugli under20 è evidente: siamo secondi per numero di non vaccinati nella fascia tra i 12 e i 19 anni: l'81,7%.

Rimaniamo sotto la media nazionale anche sul completamento dei cicli vaccinali: 46,7% della popolazione contro il 52,3% della media nazionale. Mentre siamo al di sopra della media italiana sulla somministrazione delle prime dosi, 15,3% contro l'11,3% nazionale.

Nonostante la vaccinazione di massa costituisca lo strumento principe per tornare nelle aule in sicurezza, Cartabellotta ci tiene a specificare che essa va comunque circondata anche dalla risoluzione di molte criticità dell'ambiente scolastico: l'areazione dei locali, screening più efficaci, nuove regole per i trasporti locali e lo scaglionamento degli orari di ingresso.

Alberto Generini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono stati fatti scendere da un'auto che poi è fuggita via a forte velocità. Uno dei due è in fin di vita, l'altro ha fratture in tutto il corpo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità