Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 04 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Laura Pausini si commuove dopo la vittoria del Golden Globe: «Sono molto emozionata»

Attualità lunedì 11 gennaio 2021 ore 18:45

Superiori in classe senza intoppi, modello Toscana

Studenti delle superiori tornano a scuola
Studenti delle superiori tornano a scuola

Non sono stati registrati problemi con il ritorno in classe della metà della degli studenti di licei e istituti tecnici. Tutor alle fermate dei bus



TOSCANA — Sono circa 80mila gli studenti delle scuole superiori toscane che oggi sono tornati in classe dopo due mesi di didattica a distanza, circa la metà della popolazione scolastica di licei e istituti tecnici.

La Toscana è la più grande delle tre regioni che hanno deciso di non far slittare ulteriormente il ritorno alle lezioni in presenza, le altre due sono Valle d'Aosta e Abruzzo, e peraltro la Toscana sarebbe stata già pronta anche per il 7 Gennaio, data iniziale prevista dal governo.

E così oggi migliaia di studenti hanno nuovamente varcato la soglia della scuola senza che siano stati segnalate particolari criticità. Tutto è filato liscio anche sui mezzi pubblici, grazie ai 329 autobus aggiuntivi schierati dalle aziende di trasporto e ai tutor che hanno gestito il traffico di studenti che salivano e scendevano da treni e bus in corrispondenza delle fermate più frequentate. 

Unici nei: un guasto all'impianto di riscaldamento dell'Istituto superiore Morante di Firenze che ha di fatto reso inagibile alla scuola e un problema analogo in una scuola media di Lucca. Problematiche che però non hanno niente a che vedere con l'emergenza Covid.

Soddisfatto il presidente della Regione Giani e gli assessori regionali che nelle ultime settimane hanno lavorato per la ripartenza.

"E' un giorno importante per tantissime ragazze e tantissimi ragazzi, che hanno affrontanto sacrifici pesantissimi - ha commentato su Facebook l'assessora regionale alla pubblica istruzione Alessandra Nardini - Attenendoci sempre alle indicazioni nazionali, abbiamo avuto come obiettivo fisso quello di riportare in presenza il massimo numero di studentesse e studenti consentito. Il risultato di oggi è molto importante, per loro e per tutto il mondo della scuola, e continueremo a monitorare scrupolosamente la situazione, aggiornando ogni decisione sulla base dei dati e degli orientamenti forniti dal Governo".

"I riscontri che mi arrivano da tutta la Toscana sono positivi, sia per quanto riguarda i bus che i treni, infatti anche il direttore regionale di Trenitalia Scarpellini mi ha appena chiamato per comunicarmi che non ci sono state criticità o sovraffollamenti - ha commentato l'assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli - Anche su Firenze sia l'urbano che l'extraurbano hanno funzionato bene. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato, Prefetti, Province, Città Metropolitana, Aziende di trasporto su gomma e su ferro, Presidi, Polizia locale, Tutor, Aziende dei bus turistici e, last but not least, gli uffici regionali”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS