Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:40 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il palazzo sbriciolato di Adana, in Turchia: le immagini catturate dal drone dopo il terremoto

Attualità giovedì 24 giugno 2021 ore 19:30

Tre Pegaso per dire grazie a chi ha salvato Nicola

Giani ha consegnato il riconoscimento al sindaco di Palazzuolo, al giornalista che ha trovato il bimbo e al carabiniere che l'ha recuperato



FIRENZE — Tre Pegaso della Regione a tre persone che simboleggiano il lieto fine della storia di Nicola, il piccolo di 21 mesi scomparso nei boschi di Palazzuolo sul Senio e poi ritrovato a 3 chilometri da casa dopo 36 ore di ricerche a cui hanno partecipato centinaia di operatori e volontari.

Il presidente della Regione Eugenio Giani quindi consegnato il massimo riconoscimento della Regione a Gian Piero Philip Moschetti, sindaco di Palazzuolo; a Giuseppe Di Tommaso, il giornalista de 'La vita in diretta' che per prima ha udito il lamento del bambino in fondo a una scarpata; a Danilo Ciccarelli, luogotenente dei Carabinieri che si è calato nel dirupo e ha recupetato il piccolo. “Tre simboli dell'Italia e della Toscana che amiamo e che vogliamo” ha detto Giani.

La cerimonia si è svolta nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione dove erano presenti il sindaco Moschetti e il luogotenente Ciccarelli mentre il giornalista Di Tommaso si è collegato in video.

“Il Pegaso è un segno di speranza, dinamismo e forza attraverso le ali di guardare al mondo; il Pegaso per noi è questo: il senso di libertà, il senso dell’impegno e della solidarietà di guardare il futuro - ha spiegato Giani - E mai è così pertinente come nella giornata di oggi. Questi tre uomini rappresentano la vittoria di una comunità . A loro e a tutte le forze dell’ordine, soccorritori e volontari va il più grande ringraziamento della Toscana.”

Giani, insieme al sindaco Moschetti e a Ciccarelli, ha ripercorso le ore precedenti al ritrovamento: la paura, l’ansia, le telefonate nella notte col sindaco di Palazzuolo; lo straordinario lavoro dei volontari e di tutte le forze scese in campo per tutta la durata della sparizione di Nicola: “Il mio grazie è immenso - ha concluso Giani che ha fatto visita al piccolo durante le ore di ricovero all'ospedale Meyer per accertamenti -  La mobilitazione dei volontari, delle forze dell’ordine e l’intuito del giornalista hanno portato il risultato straordinario di farci riabbracciare Nicola . E dietro a quegli occhi vedo la speranza del nostro futuro dopo l’emergenza sanitaria”.

Per il sindaco è “la vittoria della competenza, dell’ostinazione , della voglia di andare avanti senza arrendersi. Voglio ringraziare - sottolinea Moschetti- questo sistema e questa organizzazione che rappresenta una squadra straordinaria”.

Ciccarelli ancora emozionata parla del ritrovamento: le braccia al collo del bambino, la vocina che lo chiamava ‘mamma’ nel momento in cui la testolina di Nicola è sbucata dall’erba alta. “in un primo momento – racconta Ciccarelli- pensavo potesse essere un capriolo o un daino, ma ho deciso di verificare e mi sono calato nella scarpata”.

Il giornalista Rai Di Tommaso, in collegamento video per la premiazione, racconta il momento dell'avvistamento: "Sono sceso dalla macchina e poi non so, e' stato un'intuizione a farmi trovare Nicola, ma sono felice di aver aiutato a ritrovare un bimbo di soli 21 mesi dopo 30 ore di scomparsa. Questo- conclude Di Tommaso - e' il più bel premio che potessi ricevere nella mia vita e nella mia carriera professionale. Il bambino sta bene, ci siamo abbracciati con i familiari mentre il piccolo Nicola mi mandava i bacini, è la miglior cosa che potesse capitarmi nella vita".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità