Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lukaku in lacrime dà un pugno alla panchina dopo l'eliminazione del Belgio

Attualità mercoledì 07 gennaio 2015 ore 16:50

Massacro Charlie Hebdo, solidarietà dalla Toscana

Il presidente Rossi: "Libertà sotto attacco". Gramolati (Cgil): "Nel mirino la cività". Mugnai e Donzelli attaccano: "Quando toccherà all'Italia?"



FIRENZE — E' un'ondata di solidarietà senza colore e distinzione. E anche la Toscana si stringe a Parigi, alla Francia e soprattutto alle famiglie dei giornalisti e degli agenti uccisi nel massacro perpetrato nei confronti del giornale satirico Charlie Hebdo.

"Orrore e sgomento per la strage di Parigi, vicinanza totale a Hollande in questo momento terribile, violenza perderà sempre contro la libertà" ha twittato il premier Matteo Renzi subito dopo che la notizia si era diffusa. E sempre sul medesimo social network anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, si è detto "dalla parte di chi ha perso la vita per la libertà di pensiero. Ieri, oggi, domani. Sempre".

Il presidente della Regione Enrico Rossi, dal canto suo, ha commentato sul suo profilo Facebook quello che definisce "atto di terrore senza precedenti" parlando di "civiltà, democrazia e libertà sotto attacco nel cuore dell'Europa" sottolineando come "la ‪Toscana‬ è al fianco degli amici francesi in questo momento terribile" e che "la libertà d'espressione è un valore non negoziabile".

"Un attacco alla libertà e non solo alla libertà di stampa, un attacco non solo alla Francia, all'Europa e al mondo, alla civiltà” ha invece sottolineato Alessio Gramolati segretario generale della Cgil ribadendo "il nostro impegno per la libertà di stampa, per la democrazia, per la cultura della vita contro quella della morte”, conclude Gramolati.

Dai consiglieri regionali di opposizione Stefano Mugnai (Forza Italia) e Giovanni Donzelli (Fdi) arriva invece una allarmata provocazione: "Dopo New York, Madrid, Londra e Parigi a quando un attentato islamista a Roma, a Milano o a Firenze?" tuona l'esponente forzista. "Contro il terrorismo e il fanatismo religioso nessun paese può considerarsi al sicuro" rinforza invece il concetto Donzelli.

Molti anche i parlamentari toscani che hanno espresso la loro solidarietà per quanto accaduto a Parigi a aprtire dall'ex presidente della Regione Claudio Martini (che ha espresso "sgomento" in apertura della seduta del Senato) e dal presidente della delegazione italiana alla Nato e Presidente dell'associazione di amicizia parlamentare Italia-Francia Andrea Manciulli: "Sono sconvolto personalmente perché ho vissuto tanti anni a Parigi - ha detto - Denunciamo la pericolosità dei lupi solitari da mesi e questi atti di violenza non ci fermeranno dal continuare a salvaguardare i nostri valori e i nostri diritti. Ci vuole unità e fermezza ed è necessario che tutti aprano gli occhi per affrontare questa minaccia con coraggio ed efficacia". E "sdegno e dolore'' sono stati poi espressi anche dal senatore Pd Vannino Chiti, presidente della commissione politiche dell'Ue. ''L'intolleranza e il fondamentalismo - spiega - sono tra i mali peggiori del nostro tempo: per contrastarli bisogna seguire con continuità, fermezza e coraggio la via del dialogo e del confronto. L'attentato di Parigi è contro la libertà di ognuno, il pluralismo della convivenza civile, la tenuta della democrazia".

Domani, intanto, il primo consiglio comunale dell'anno a Pisa si aprirà con un minuto di silenzio in memoria delle vittime della strage di Parigi . "Un atto doveroso - ha spiegato il presidente dell'assemblea cittadina, Ranieri Del Torto (Pd) - perché la violenza non va solo condannata ma occorre impegnarci tutti per estirparla".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 83 anni è deceduto ed uno di 44 anni è stato ricoverato in codice rosso, sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, personale del 118 e polizia stradale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Monitor Consiglio

Attualità