Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:FIRENZE17°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Serena Bortone: «Non parlerei di fascismo se non si inneggiasse alla X Mas», e i saluti finali che sanno di addio

Attualità lunedì 20 dicembre 2021 ore 19:15

Covid, nella Toscana centrale 58 casi di Omicron

Infettato da Omicron anche il marito della turista risultata il primo caso della nuova variante in Toscana. Tutti i dati sulla diffusione in Europa



FIRENZE — Da venerdì scorso ad oggi il laboratorio di microbiologia e virologia dell'ospedale di Careggi ha individuato 58 persone contagiate  dalla variante Omicron del Covid19. I risultati della sequenziazione del virus sono ancora provvisori perchè gli accertamenti non sono ancora conclusi ma, entro 5 giorni, è molto probabile la conferma ufficiale. Lo ha reso noto la direzione dell'azienda ospedaliero-universitaria, precisando che i pazienti provengono prevalentemente dall’area metropolitana fiorentina

"Omicron a Careggi è stata accertata ormai in 58 persone - ha confermato il governatore Eugenio Giani - però sono tutti asintomatici, quindi anche gli effetti di un numero forte di contagi a cui corrisponde un aumento molto più lento delle ospedalizzazioni ci devono fare riflettere sull'approccio verso la pandemia".

Il primo caso di Omicron rilevato in Toscana risale a una settimana fa: una turista arrivata a Siena dalla Gran Bretagna e ricoverata all'ospedale delle Scotte per un'altra patologia. Nei giorni successivi anche il marito della donna è risultato positivo e oggi è arrivata la conferma che anche lui è stato colpito da Omicron.

Secondo la banca dati internazionale Gisaid, i casi di Omicron in Italia sono attualmente l'1% del totale dei positivi diagnosticati ogni giorno. Il 15 Dicembre invece rappresentavano lo 0,5% dei contagi, quindi la metà rispetto ad oggi. Si tratta di un dato probabilmente sottostimato visto che sono ancora pochi i laboratori attrezzati per sequenziare la variante. Il fisico Giorgio Sestili ritiene che Omicron - altamente infettiva, 5-6 volte di più della variante Delta -  stia svolgendo un ruolo determinante nell'impennata di nuovi casi di infezione. "Al momento possiamo ipotizzare un tempo di raddoppio dei casi in 2 giorni" ha dichiarato.

La preoccupazione principale riguarda gli ospedali dove il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte di malati di Covid è arrivato a livello nazionale all'11%, superando quindi la soglia di sicurezza del 10%, mentre nei reparti ordinari è arrivato al 12%, avvicinandosi quindi alla soglia critica del 15%.

Secondo i dati di Gisaid, in Mozambico la variante Omicron avrebbe infettato il 94,4% dei contagiati, in Sudafrica il 93,4%, in Kenya l'84,4%.

In Europa la diffusione maggiore si registra in Norvegia (26,6% dei nuovi casi di contagio), Irlanda (12%), Austria (7,3%), Olanda (5,8%), Belgio (5,5%), Gran  Bretagna (5,4%), Spagna (6,7%) e Portogallo (3,7%). Italia, Cechia, Francia, Danimarca e Germania sono intorno all'1% dei casi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno