Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:14 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
I consigli estetici di De Luca a Bonaccini: «Lo voto, ma spunti quella barba e si tolga gli occhiali a goccia»

Attualità giovedì 20 ottobre 2022 ore 11:00

Il Consiglio regionale, la casa di vetro dei toscani

La conferenza stampa dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale toscano
La conferenza stampa dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale toscano

Il presidente Mazzeo e gli altri membri dell'Ufficio di presidenza hanno presentato i dati relativi agli ultimi 12 mesi di attività dell'ente



FIRENZE — Proposte di legge, di deliberazione, risoluzioni, ordini del giorno, mozioni, sedute delle commissioni ma anche eventi ed iniziative: tutti i numeri dell'attività svolta dal Consiglio regionale toscano nel 2022 sono stati illustrati dal presidente dell'Asseemblea Antonio Mazzeo, dai vicepresidenti Stefano Scaramelli e Marco Casucci e dal consigliere segreteraio dell'Up Diego Petrucci.

“Come ho sempre detto - ha dichiarato il presidente Mazzeo - uno dei nostri obiettivi è rendere il Consiglio sempre più una casa di vetro e per questo riteniamo doveroso rendicontare tutto ai cittadini, avvicinandoli all’Istituzione che rappresentiamo pro tempore”.

Negli ultimi 12 mesi il Consiglio regionale toscano è riunito per 45 sedute, con un tasso medio di presenza dei consiglieri del 96,8 per cento. Sono stati trattati 74 atti di cui 46 approvati, 117 proposte di deliberazione di cui 98 approvate, 411 mozioni di cui 127 approvate, 96 risoluzioni di cui 40 approvate e 124 ordini del giorno di cui 42 approvati

L'Ufficio di presidenza si è invece riunito 35 volte, con il 95,4 per cento di media di partecipazione. 

Costante anche il lavoro delle commissioni consiliari, con 254 sedute (60 telematiche e 194 in presenza), 423 provvedimenti trattati di cui 276 approvati

Nel dettaglio, la commissione Affari istituzionali guidata da Giacomo Bugliani si è riunita 37 volte, l’Agricoltura presieduta da Ilaria Bugetti 42, la Sanità guidata da Enrico Sostegni 40 volte, la Territorio e ambiente presieduta da Lucia De Robertis 31 volte, la Cultura con Cristina Giachi 28 volte, la Controllo affidata all’opposizione, ad Alessandro Capecchi 14 volte, la commissione Politiche europee presieduta da Francesco Gazzetti 14 volte. La commissione per le Aree interne, guidata da Marco Niccolai si è riunita 19 volte, quella d’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose presieduta da Elena Meini ha tenuto 10 sedute e infine, quella sulle vaccinazioni contro il Covid, affidata a Vittorio Fantozzi, 19 sedute.

Quattro sono stati i Gonfaloni d’argento consegnati a Rondine, la cittadella della Pace, a Samuele Cannas, il giovane studente plurilaureato, al Milite ignoto a 100 anni dalla tumulazione e ad Alice Mariani, prima ballerina alla Scala di Milano. Tredici le targhe e i riconoscimenti assegnati a società sportive e a diverse associazioni.

Per quanto riguarda celebrazioni ed eventi, la Festa della Toscana quest’anno ha compiuto 20 anni e, per celebrare questa scelta, e per rinnovare l’impegno, attualizzandolo ai tempi che stiamo vivendo, l’edizione 2021 della Festa è stata intitolata “Dall’abolizione della pena di morte alla lotta ai linguaggi d’odio: la Toscana terra di diritti”.

Da ricordare, poi, una festa della donna particolare dedicata alle ucraine e intitolata “Otto donne per l’8 marzo 2021”.

Non è mancato l’impegno verso l’Europa con l’evento “Generazione Europa. I Giovani toscani incontrano Joseph Borrell” e gli oltre 100 comuni toscani che, illuminando di blu palazzi e monumenti storici, hanno aderito all’invito del presidente Mazzeo e del presidente della commissione regionale politiche europee Gazzetti.

Un focus sulla sanità è stato messo in atto con gli Stati Generali della Salute, dalla Toscana le linee per il futuro, una guida per costruire la sanità toscana del futuro, redatta ascoltando cittadini, associazioni, professionisti e amministratori locali. Un percorso partecipativo di un anno, organizzato dalla commissione regionale Sanità, che ha prodotto una proposta di risoluzione approvata in Aula a maggioranza. L’atto affronta i principali nodi del tema salute ed elenca gli “obbiettivi delle politiche per la salute della Toscana, a seguito della consultazione pubblica degli Stati generali della Salute”.

Nel campo della cultura, invece, si è sentita la necessità di individuare gli interventi normativi per adeguare le leggi toscane ai contesti contemporanei. Ed ecco è nato “Fai contare la Cultura. Toscana creativa 2030”, un percorso promosso dalla Regione per una verifica con operatori e istituzioni del settore sulle condizioni in cui si realizza l’offerta culturale oggi e sulle regole che disciplinano il lavoro e il finanziamento dei progetti culturali.

Per i giovani, c’è ‘Ri-Generazione Toscana’, il bando più riuscito del Consiglio regionale. A dimostrarlo i numeri con 2milioni 232mila euro per i progetti di 193 Comuni che ridisegneranno la regione. E ancora per i giovani il Progetto Polis di Libera Toscana che si è aggiudicato il bando del Consiglio regionale ‘Educazione alla Legalità’, istituito con i fondi, più di 70mila euro, derivanti dai rimborsi per l’esercizio del mandato dei consiglieri nel periodo del lockdown.

La Giornata internazionale della Pace, promossa dalle Nazioni Unite, il 21 settembre, è stata celebrata ad Arezzo al teatro Petrarca con il concerto di Simone Cristicchi “Abbi cura di me” con la musica dell’orchestra Instabile di Arezzo e i giovani di Rondine. Sono tornati poi, con una nuova edizione il Premio Innovazione Toscana, una giornata dedicata alle eccellenze imprenditoriali e il Premio Architettura che rimette l’architettura al centro del dibattito come motore di un necessario rinnovamento del territorio toscano.

Forte impulso alla digitalizzazione del Consiglio, secondo l’impostazione data dal presidente Mazzeo fin dal giorno del suo insediamento, con il media center Sassoli e il nuovo sistema di voto in Aula. Un occhio al futuro, invece, con Toscana 2050, un progetto per i prossimi 30 anni: immaginare la Toscana del futuro e dare alle nuove generazioni una regione pronta ad affrontare le nuove sfide. Infine, non sono mancate le mostre ospitate nello spazio Carlo Azeglio Ciampi, in totale 23 le esposizioni tra installazioni, fotografie, pitture e gioielli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno