Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:56 METEO:FIRENZE14°28°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 16 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il drone ucraino sgancia una bomba sul carro armato russo: l'attacco visto dall'alto

Attualità giovedì 19 ottobre 2017 ore 15:29

Calamità naturali, bimbi promossi e prof bocciati

I piccoli toscani sono preparati meglio degli adulti ad affrontare alluvioni e terremoti. Lo dice la ricerca della Regione sulla sicurezza a scuola



FIRENZE — I bambini toscani sono più bravi degli adulti a difendersi in caso di alluvione o terremoto. Lo dicono i dati della ricerca presentata a Firenze nell'incontro sulla sicurezza idrogeologica a scuola ospitato dall'aula magna del rettorato dell'Università di Firenze e giunto alla quarta edizione. Un lavoro che ha coinvolto il Dipartimento di Scienze della Terra, Inail, Regione Toscana e Ufficio scolastico regionale per trovare soluzioni che garantiscano la sicurezza di alunni, insegnanti e personale delle scuole toscane, minimizzando l'impatto delle calamità naturali e riducendo il più possibile i rischi di infortuni sul lavoro. Perché il primo rimedio è la prevenzione.

"E' necessario fare un passo in avanti in tutto il nostro Paese per garantire la sicurezza dal punto di vista idrogeologico perché si tratta di un territorio fragile e soggetto a calamità naturali - ha detto l'assessore regionale a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco - occorre passare dalla gestione dell'emergenza del post evento a una cultura della prevenzione a partire dalle costruzioni fino alla sicurezza insegnata nelle scuole".

L'indagine presentata a Firenze ha preso in considerazione quindici scuole costruite nelle zone a maggior rischio sismico o vicino ai fiumi per testarne la resilienza, cioè la capacità e consapevolezza nell'affrontare i rischi di calamità naturale. E dai questionari sottoposti a insegnanti e alunni è arrivata la sorpresa: "Buffo a dirsi ma i bambini ne sanno molto di più, hanno preso molto seriamente il questionario rispondendo correttamente alle domande proposte - ha rilevato Nicola Casagli, docente ordinario di geologia applicata all'Università di Firenze - un po' peggio gli insegnanti!"

Non a caso tra le novità della quarta edizione del progetto c'è anche un corso a distanza per l'educazione sui rischi geologici rivolto agli insegnanti. Intanto il lavoro presentato a Firenze ha prodotto suggerimenti importanti per coordinare, in caso di calamità, le misure previste dai piani di sicurezza dei singoli edifici e i piani comunali di protezione civile. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

SERVIZIO - SICUREZZA IDROGEOLOGICA, A SCUOLA I PIU' BRAVI SONO I BAMBINI
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo e una donna residenti fuori Toscana sono stati soccorsi a seguito di un incidente che ha coinvolto la moto sulla quale stavano viaggiando
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Imprese & Professioni

Cronaca

Cronaca