Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:15 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europa League, maxi-rissa al termine di Sparta Praga-Galatasaray: le immagini

Attualità martedì 14 novembre 2023 ore 11:25

Codice rosa, in un anno 1.918 casi di maltrattamento

insegna codice rosa

Il punto sulla situazione toscana in una giornata di formazione specifica per i professionisti della sanità. Focus sui crimini d’odio



TOSCANA — Nel 2022 in Toscana ci sono state 1.918 segnalazioni di maltrattamenti. Fra queste, 305 hanno riguardato minori. E ancora sono state registrate 218 denunce di abusi e 2.138 episodi di stalking, tra cui a minori rispettivamente 53 e 358. 

Sono i numeri su cui ha tirato le somme la sessione formativa che ha coinvolto a Firenze medici, infermieri, ostetrici, psicologi, assistenti sociali ed altri professionisti della sanità toscana per un confronto sul codice rosa, ovvero quello speciale percorso di accesso al pronto soccorso dedicato alle vittime di violenze ed abusi, in particolare donne e bambini, esteso più di recente anche alle vittime di crimini d’odio.

E proprio sui crimini d’odio si è concentrata la formazione collettiva di operatori e operatrici: “Come per la violenza di genere – hanno sottolineato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessore regionale al diritto alla salute Simone Bezzini - vogliamo che anche questo fenomeno possa emergere e per questo riteniamo necessario rafforzare il percorso già previsto nel nostro servizio sanitario”.

All'incontro sul codice rosa, al centro il presidente Giani

All'incontro sul codice rosa, al centro il presidente Giani

“Abbiamo avviato – ha proseguito Bezzini - un lavoro di confronto con gli altri settori regionali per mettere in rete tutte le realtà pubbliche e private che si occupano di riconoscere, accogliere e sostenere le persone vittime di discriminazioni. Abbiamo realizzato anche un corso di formazione rivolto alle operatrici e operatori della rete, partendo da assistenti sociali e psicologi e che proseguiremo con altre edizioni dedicate al personale del pronto soccorso”.

“Il codice rosa – ha commentato ancora Giani - ha fatto scuola a livello nazionale: un esempio tra i tanti della capacità di lavorare in squadra e condividere le migliori esperienze”.

Nato nel 2010 in quella che allora era la Asl di Grosseto, il codice rosa coinvolge professionalità e discipline anche non sanitarie. Non a caso all’incontro di Firenze era presente anche Margherita Cassano, attuale presidente della Corte di cassazione, per una lectio magistralis ed una riflessione sul codice rosa e il codice rosso, ovvero la legge nazionale sulla violenza di genere approvata nel 2019. Presenti poi professori universitari per parlare del master sul codice rosa, ed esperti di protezione dei dati. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno