Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:FIRENZE19°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tamberi e Jacobs i piedi sulla sedia, l'emozionante discorso ai compagni

Attualità sabato 24 aprile 2021 ore 13:00

Musei e mostre riaprono nella Toscana in giallo

Dal 26 Aprile in zona gialla porte aperte a mostre e musei anche nei weekend. Riaprono gli Uffizi, Boboli, il Duomo di Firenze, il Campanile di Giotto



FIRENZE — Il mondo dell'arte e della cultura fanno un sospiro di sollievo. Riaprono i musei nella Toscana in zona gialla dopo due mesi di stop. Nell'ultimo Dpcm entrato in vigore il 23 Aprile, il governo ha deciso di permettere anche la riapertura degli spazi museali, riaprono quindi le loro porte mostre e musei.

Dal 26 Aprile in zona gialla porte aperte a mostre e musei anche nei weekend, ma sempre su prenotazione, è questa la novità che si accompagna al nuovo decreto su richiesta del ministro della cultura Dario Franceschini. La norma impone per il fine settimana l'obbligo di prenotazione "con almeno un giorno di anticipo".

Martedì 27 Aprile torna accessibile il Giardino di Boboli, il martedì successivo, 4 Maggio, riapriranno gli Uffizi e Palazzo Pitti, è il cronoprogramma della riapertura reso noto dalla direzione delle Gallerie degli Uffizi. Ad aprire il portone del museo, martedì 4 Maggio, sarà il direttore Eike Schmidt.

La novità del fine settimana

In base alle ultime disposizioni normative, per entrare nel giardino di Boboli, alla Galleria degli Uffizi e a Palazzo Pitti sabato e domenica, è necessario prenotare con un giorno di anticipo rispetto alla visita.

Le regole

E' vietato l’ingresso a persone con la temperatura corporea oltre 37,5 gradi; è obbligatorio l’utilizzo della mascherina durante tutta la permanenza negli spazi di visita; è necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1,80 m; sono vietati assembramenti di ogni genere; i gruppi non possono eccedere il numero di 10 persone, e sono tenuti a rispettare sempre la distanza interpersonale di 1,80 m; le guide turistiche devono sempre utilizzare il sistema whisper (microfono e auricolari), indipendentemente del numero dei componenti del loro gruppo.

Il parco mediceo sarà accessibile dalle 8 e 15 di martedì 27 Aprile attraverso l’ingresso di Palazzo Pitti. Sarà aperto tutti i giorni della settimana, ovvero dal lunedì alla domenica (ad eccezione del primo e l’ultimo lunedì del mese) dalle ore 8,15 alle 18,30 (ultimo ingresso alle ore 17,30). Nel rispetto delle norme, Grotta Grande e Museo delle Porcellane rimarranno chiusi. La Botanica Superiore, con il suo tesoro di piante acquatiche, sarà aperta ogni mattina da lunedì a venerdì in orario 9-13.

La Galleria degli Uffizi riaprirà il 4 Maggio. L'orario sarà 8,15-18,30, con ultimo ingresso consentito un’ora prima della chiusura. Agli Uffizi, oltre all'ordinario percorso di visita, ora ampliato con 14 nuove sale del primo piano dedicate alla pittura del Cinquecento fiorentino e romano, sarà accessibile, al piano ammezzato la mostra di scultura romana dedicata alla figura della donna in età imperiale ‘Imperatrici, matrone, liberte’, prorogata dall'originale termine del 9 maggio fino al 13 giugno. La mostra di arte contemporanea a tema dantesco 'In-Versi' con opere di Giuseppe Penone, prenderà invece avvio il 29 giugno.

Nella reggia medicea riapriranno, a partire dal 4 Maggio, Galleria Palatina, Galleria di Arte Moderna e Tesoro dei Granduchi, dalle 13,30 alle ore 18,30.
L'ultimo ingresso consentito sarà un’ora prima della chiusura. In Galleria Palatina sarà visitabile, la mostra "Leone X torna a Firenze", dedicata al capolavoro di Raffaello nella sala delle Nicchie fino al 27 giugno.

Anche l'Opera di Santa Maria del Fiore riaprirà in maniera graduale i monumenti del Duomo di Firenze a partire da lunedì 26 Aprile 2021.

Ad aprire per primi saranno la Cattedrale e la Cupola del Brunelleschi e a seguire il Campanile di Giotto, per finire al Museo dell'Opera del Duomo

La novità

Sabato e festivi i biglietti dovranno essere acquistati esclusivamente con prenotazione online con almeno un giorno di anticipo.

“L’Opera di Santa Maria del Fiore - ha detto il presidente Luca Bagnoli - riapre per dare un segnale di speranza concreto alla città di Firenze e alle categorie economiche così duramente provate dalla pandemia, per dire a tutto il mondo che noi ci siamo e siamo pronti ad accogliere in sicurezza quanti verranno a Firenze”.

Per primi riapriranno al pubblico la Cattedrale (da lunedì a sabato, ore 10.15 - 17.00) e la Cupola del Brunelleschi (tutti i giorni, ore 12.45 - 19.00; sabato e domenica 12.45 - 17.30). Dal primo al 16 maggio si aggiungeranno il Campanile di Giotto (aperto tutti i giorni, ore 12.45 - 19.00) e il Museo dell'Opera del Duomo (sabato, domenica e lunedì con orario 10.15 - 17.00). Il Battistero rimarrà ancora chiuso al pubblico per lo smontaggio e il rimontaggio del cantiere di restauro che interessa tutte le pareti interne del monumento.

In questa prima fase, dal 26 Aprile al 16 Maggio, gli orari di apertura saranno ridotti; dal 17 maggio, se le condizioni lo permetteranno, gli orari saranno estesi e i monumenti e il Museo aperti 7 giorni su 7. La Cattedrale di Firenze continuerà, invece, a essere aperta tutti i giorni per le attività di culto e la preghiera personale, secondo le norme di sicurezza.

A Pistoia da lunedì 26 Aprile le sedi espositive di Pistoia Musei saranno nuovamente visitabili su prenotazione. Sarà nuovamente possibile visitare l'antologica dedicata al maestro della fotografia Aurelio Amendola, interprete per eccellenza dell'opera di Michelangelo e narratore del contemporaneo attraverso i suoi celebri ritratti di artisti.

Torna visitabile anche la mostra 'Pistoia Novecento. Sguardi sull'arte del secondo dopoguerra' a cura di Alessandra Acocella, Annamaria Iacuzzi, Caterina Toschi, a Palazzo de' Rossi a Pistoia.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Forte vento di libeccio e mare in condizioni critiche si sono rivelati fatali per un ragazzo che è morto nelle acque di Cala del Leone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

QUI ambiente

Cronaca

Attualità

Sport