Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:25 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Attualità sabato 06 novembre 2021 ore 15:00

Toscana alla prova Pnrr, Anci: "Serve personale"

Regione Toscana, Anci ed Upi hanno incontrato i sindaci per coordinare la rete dei progetti da sottoporre alle sei linee di finanziamento del Pnrr



FIRENZE — Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha riunito a Firenze i sindaci per programmare le attività legate al Recovery. Presenti anche Anci e Upi ed i 14 direttori delle direzioni regionali. E' stata registrata la presenza dell’80 per cento dei sindaci e amministratori locali della Toscana.

Gli assessori hanno aggiornato la platea sullo stato dell’arte, a oggi, delle linee di finanziamento in cui si articolano le sei missioni del Pnrr e che per la Toscana si assestano già sulla certezza di oltre un miliardo e mezzo di risorse

“Quei progetti che non possono entrare nel Pnrr possono comunque essere supportati con i fondi strutturali 2021-2027 e con quello che ha a disposizione la Regione” ha sottolineato il presidente, indicando i valori cui ispirare i progetti “Una Toscana più connessa, più laboriosa, più diffusa, più eccellente e solidale”. Lo scopo, quello di "spingere le grandi arterie di finanziamento in un reticolo capillare sul territorio per alimentare le articolazioni di una Toscana e di un’Italia diffusa”.

“Fin dallo scorso aprile Anci Toscana, anche insieme alla Regione, organizza momenti di formazione e informazione per i Comuni sul Pnrr, su tutti i settori che interessano gli investimenti e i progetti del Pnrr - ha spiegato Biffoni - Momenti che hanno permesso agli amministratori di iniziare a predisporre i loro progetti. Ma se il 2026 è l’anno in cui si dovranno rendicontare gli interventi, è indispensabile più coraggio per consentire ai Comuni di avere spalle più ampie per lavorare: penso alle assunzioni del personale, che hanno tempi lunghissimi, o alle relazioni con soprintendenze e altri enti statali per permessi e valutazioni. Dobbiamo cambiare passo, dare fiducia ai Comuni e snellire le procedure: altrimenti rischiamo che la fase progettuale vada presto in affanno”.

La proposta "L'idea che stiamo elaborando con la Regione è quella di utilizzare anche risorse esterne per supportare i Comuni sui progetti del Pnrr. Penso in particolare ai centri più piccoli, con pochi dipendenti, che non hanno le strutture tecniche interne necessarie ad elaborare la realizzazione di una strada o di una scuola, e neanche possono tralasciare il lavoro quotidiano. Credo che in questo caso, con risorse dedicate per la progettazione ci si possa avvalere di soggetti privati, naturalmente che abbiano tutti i requisiti necessari” ha concluso Biffoni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno