Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE21°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social

Attualità martedì 09 maggio 2023 ore 15:25

L'Europa celebrata nel segno dell'Intelletto delle donne

Servizio - L'intelletto delle donne, la Toscana celebra la Festa dell'Europa

Nel giorno della Festa dell'Europa la Toscana ha scelto di onorare la ricorrenza con una giornata tutta al femminile di respiro internazionale



FIRENZE — In Toscana l'Europa si celebra nel segno dell'Intelletto delle donne. Si chiama così la giornata evento organizzata a Firenze per oggi 9 Maggio - Festa dell'Europa - nell'ambito del progetto La Toscana delle Donne e che trascende i confini regionali per aprirsi a un respiro nazionale e internazionale.

La giornata, interamente finanziata dai Fondi europei, è all’insegna del confronto tra esperienze italiane ed europee che hanno come protagoniste donne impegnate a a più livelli sul fronte dei diritti legati alla parità di genere.

I lavori si sono aperti stamani con gli interventi della capo di gabinetto della Regione Toscana e ideatrice del progetto La Toscana delle Donne Cristina Manetti e con Chiara Tilesi che è regista, produttrice e fondatrice di We Do It Together, e ancora Elena Calistri dell'Autorità di gestione del Fondo sociale europeo in Toscana, Monica Baldi quale vicepresidente Ars Pace & Epfma - Ambassador Aw20 ed Elvira Marasco che è cofondatrice e presidente Aw20.

Il programma ha abbracciato tutta la giornata e varie sedi, dalla presidenza della Regione Toscana in Palazzo Sacrati Strozzi a Firenze al Cinema La Compagnia sempre a Firenze in via Cavour con la proiezione speciale del film Tell it like a woman della regista Tilesi.

Molti i temi toccati nel corso degli incontri della giornata, culminata nella consegna del Pegaso delle Donne a Chiara Tilesi.

Parità di genere

Parità di genere e occupazione femminile sono al centro delle politiche europee e regionali. Molte delle risorse che la Regione impiega su questo fronte provengono dal Fondo sociale europeo: per il periodo 2021-27 il programma regionale Fse prevede, per la Toscana, 319 milioni e 400mila euro per interventi di sostegno alle politiche pubbliche finalizzate alla parità di genere (conciliazione vita-lavoro, servizi infanzia, anziani, disabili ecc). 

Di questi, 277 milioni finanzieranno gli interventi specifici per la parità di genere (36 milioni), servizi per l’infanzia (233 milioni) e altri interventi per la conciliazione vita-lavoro (44 milioni). 

Altri 6,4 milioni saranno dedicati ai percorsi di reinserimento socio-lavorativo delle donne vittime di violenza.

Questione di leadership

“Scommettere sulla leadership delle donne non è solo una questione di parità di genere, è una sfida che vale la pena di raccogliere a vantaggio della società e di tutte le aziende pubbliche e private”: parola di Cristina Manetti, capo di gabinetto della Regione Toscana e ideatrice del progetto La Toscana delle Donne introducendo il panel Donne & Leadership che ha aperto la sessione pomeridiana di Intelletto delle Donne.

La sessione è stata dedicata alle donne che hanno raggiunto posizioni apicali e che sono intervenute raccontando ognuna la propria esperienza. Sei eccellenze e sei storie con Cristina Acidini presidente di Santa Croce, Antonella Mansi vicepresidente di Pitti Immagine, Lucia Aleotti azionista e consigliera di amministrazioneda del Gruppo Menarini, Irene Sanesi economista della cultura, Alessandra Petrucci rettrice dell’Ateneo fiorentino e Lina Gàlvez Muñoz vicepresidente della Commissione per l’industria e la Ricerca del Palrlamento europeo che ha aperto l’incontro in un contributo video sottolineando l’importanza di giornate come quella organizzata dalla Toscana delle donne. 

Se medicina è donna

In medicina è l’ora di una soluzione delle donne e si chiama “Global gender medicine board - Italia”. Parte dalla Toscana, nel giorno della Festa dell’Europa, la proposta italiana di costruire nel nostro paese l’organismo che integri in maniera appropriata i bisogni delle donne e degli uomini nell’assistenza medica.

Il progetto è stato lanciato nella sezione Women20 presieduta da Monica Baldi, vicepresidente di Ars Pace e ambasciatrice Aw20, che ha visto gli interventi di Elvira Marasco, co-fondatrice e presidente di AW20; Pam Rajput, alto delegato AW20; Hardiani Uli Silalahi, presidente W20 Indonesia; Chiara Tilesi, regista e produttrice e fondatrice di We Do It Together; Linda Laura Sabbadini, presidente di W20 Italia; Flavia Franconi, coordinatrice del Comitato globale per la medicina di genere; Vera Regitz Zagrosek, fondatrice dell’Istituto di medicina di genere; Isabella De Martini, ambasciatrice di “Genova nel mondo”.

Ancora, hanno portato il loro contributo Lucia Turco, direttore generale dell’Agenzia regionale di sanità toscana; Maria José Caldés Pinilla, direttore del Centro di salute globale Regione Toscana; Monica Bettoni, dell’Osservatorio nazionale di medicina di genere e Valeria Dubini, responsabile della Rete Codice Rosa Asl Centro e in video di Viginia Littlejohn, Capo delegazione W20 Usa.

“La medicina di genere è un tema di innovazione non solo nell’ambito della ricerca farmacologica, clinica, scientifico-medica, ma anche nell’approccio della costruzione di un sistema che sappia riconoscere l’esperienza di ciascuna donna e ciascun uomo all’interno delle nostre comunità", ha spiegato Baldi.

La cultura come diplomazia

“Le Donne sono decisive nella diplomazia culturale. Ed è per questo che in un periodo storico come quello che stiamo vivendo si ritiene importante celebrare la Festa dell’Europa evidenziando il ruolo delle donne nella comunità, nei processi di pace e di mediazione internazionale”: è ancora Baldi nella sua veste di vicepresidente di Ars Pace e di European Parliament Former Members Association a inquadrare il nuovo aspetto e Ars Pace, che promuove i valori della pace nel mondo attraverso la cultura e le arti.

“L’emancipazione della donna è intelletto naturale” afferma il presidente di Ars Pace, Enrique Barón Crespo, cancelliere dell’Università per la Pace delle Nazioni Unite e già presidente del Parlamento europeo. 

Ma arte è anche moda. E in occasione della Festa dell’Europa, “Intelletto delle donne” ha presentato “Europa”, l’abito opera d’arte creato appositamente per l’occasione dalla stilista Regina Schrecker per “Arte e Moda dal Mondo. 

Al termine della sessione uno speciale riconoscimento è stato assegnato al presidente dell’Istituto universitario europeo, Renaud Dehousse, per la sua attività quale Grande Civis Europae, con un’opera incisa su lastra d’argento realizzata dagli studenti dal Laboratorio Arti Orafe di Firenze, donata dal fondatore della scuola Giò Carbone e dalla vicedirettrice Anna Balatti.

Una sede in Toscana per il cinema di “We Do It Together” 

“We Do It Together” (Wdit), casa di produzione senza scopo di lucro fondata negli Stati Uniti nel 2015 dalla produttrice fiorentina Chiara Tilesi, annuncia l’apertura a Firenze della sede italiana: a darne la notizia la stessa Tilesi. Fiorentina di nascita, Chiara Tilesi vive da 25 anni a Los Angeles, dove lavora e si batte per un’importante causa: dare il suo contributo di cineasta impegnata nell’industria culturale, affinché al cinema e nei media venga realizzata una nuova e giusta rappresentazione delle donne, soggetto e non più solo oggetto.

Wdit è un centro di produzione di film e contenuti mediatici, al quale partecipano 80 membri con diverse competenze e specificità, nel quale uomini e donne lavorano fianco a fianco per cambiare la rappresentazione della Donna al cinema e non solo.

A tenere a battesimo l'inziativa, oltre a Tilesi, quattro donne dell’Honorary Advisory Board: la regista Cinzia Th Torrini, la produttrice Lady Monika Bacardi, insieme alla nota conduttrice televisiva Milly Carlucci e all’attrice e regista Greta Scarano, presenti al panel pomeridiano sull’importanza della narrativa del ruolo della donna nei media e nel cinema.

Soddisfatto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani: “E’ con orgoglio che teniamo a battesimo la notizia dell’apertura a Firenze della casa di produzione cinematografica senza scopo di lucro We Do It Together fondata da Chiara Tilesi”, ha detto.

Ed ha aggiunto: “La Toscana delle Donne arricchisce e rafforza la sua mission con questo nuovo traguardo. E la Toscana, da sempre e storicamente regione dei diritti civili, conferma ancora una volta questo concetto dotandosi di uno strumento come We do it Together”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scontro sulla Principessa all'altezza di Baratti, in cui restano ferite tre persone: intervengono le ambulanze e gli elisoccorso Pegaso 2 e Pegaso 3
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità