Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:48 METEO:FIRENZE20°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Federica Pellegrini e il suo compleanno: «Festeggerò con tanto sushi»

Attualità sabato 30 luglio 2016 ore 06:00

Regione-Trenitalia, 294 milioni di investimenti

Firmato il contratto ponte tra Regione-Trenitalia. Tra le novità, obiettivi precisi di puntualità, penali maggiori per disservizi e 27 convogli in più



FIRENZE — Si apre una nuova fase per il trasporto ferroviario in Toscana: con la firma dell'Accordo tra Regione e Trenitalia sono state definite le condizioni per una profonda modernizzazione del servizio, che potrà contare su un rilevante potenziamento infrastrutturale e tecnologico.

E' stato firmato infatti il cosiddetto "contratto ponte":  attivo retroattivamente dal 1° gennaio scorso e valido per 6 anni prorogabili in altri tre, come prevede la normativa europea, prevede importanti novità. Rispetto al vecchio contratto, il nuovo accordo prevede obiettivi di puntualità fissati in maniera specifica per ciascuna linea ferroviaria regionale, penali maggiori in caso di disservizi, l'incremento del numero degli ispettori regionali e l'estensione del 'bonus' anche alle linee interregionali che fino ad oggi ne erano escluse.

Ma soprattutto ci saranno molte più risorse in più per i treni toscani: 294 milioni di euro, per la precisione, in aumento rispetto a vecchi accordi: nel 2014 l'intesa prevedeva 86 milioni di nuovi investimenti, nella primavera scorsa i milioni erano diventati 170 milioni.

Tutto ciò si traduce in nuovi convogli ferroviari che saranno impiegati in Toscana: innanzitutto com il completamento della flotta Vivalto con altri 4 treni da utilizzare sulla linea Aretina, per un totale di 37 composizioni Vivalto operative in Toscana. Ad aumentare sarà però anche il parco dei treni diesel con 13 nuovi treni diesel che si aggiungono agli attuali Swing (per un totale di 28 circolanti) in modo da garantire la copertura della Garfagnana e un maggiore utilizzo per l'area senese. Inoltre saranno implementati ulteriormente i treni Jazz, con altre 6 composizioni per un totale di 21 circolanti; infine arriveranno 4 nuovi elettrotreni ad alta capacità di ultima generazione, prodotti dalla Hitachi Rail (ex Ansaldo Breda).  In questo modo il parco dei mezzi circolanti sarà rinnovato per circa il 75% considerando anche gli interventi di face-lift.

Molta attenzione sarà data alla sicurezza. "Andiamo verso quell'indirizzo strategico - ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture trasporti Vincenzo Ceccarelli - che la Regione si è data, un servizio che si basa sui treni rinnovati per avere maggiore efficienza e conforto, verso una mobilità sostenibile che possa mettere in grado le persone di poter fare a meno dell'auto". 

VINCENZO CECCARELLI SU ACCORDO CON TRENITALIA - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Aveva 67 anni ed era molto conosciuta la signora che stamattina ha perso la vita nell'impatto con un camion carico di marmo che l'ha investita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità