Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE19°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valentino Rossi annuncia: «Mi ritirerò a fine stagione»

Attualità martedì 20 luglio 2021 ore 18:55

Monoclonali toscani neutralizzano le varianti Covid

Ad annunciarlo durante la Giornata del Ricercatore, Rino Rappuoli direttore scientifico e responsabile Ricerca e Sviluppo di GlaxoSmithKline Vaccines



PAVIA — L'anticorpo monoclonale anti-Covid tutto made in Italy viene somministrato semplicemente con una iniezione, anche a casa del paziente, anziché per via endovenosa in ospedale diversamente da quelli prodotti negli Usa. Ma per questo anticorpo di seconda generazione, superata la prima fase clinica con ottimi risultati mancano candidati-pazienti e finanziamenti.

Ad annunciarlo Rino Rappuoli, direttore scientifico e responsabile della attività di ricerca e sviluppo esterna presso GlaxoSmithKline Vaccines di Siena durante la Giornata del Ricercatore alla Maugeri di Pavia.

Stiamo parlando dell'anticorpo monoclonale Mad0004j08 individuato dal Monoclonal Antibody Discovery (MAD) Lab, team di ricerca della Fondazione Toscana Life Sciences di Siena coordinato proprio dal Professor Rino Rappuoli.

Rappuoli ha aggiunto "Ci avviamo ad affrontare le due fasi successive ma servono candidati e finanziamenti". L'anticorpo monoclonale che può neutralizzare le varianti "viene somministrato tramite iniezione e non più con endovenosa" a casa o in ambulatorio "a un prezzo più contenuto".

Servono 800 volontari per il test. Il programma prevede che il test venga effettuato su 800 persone che hanno avuto tampone positivo "Abbiamo cominciato a metà Maggio e sino ad ora ne abbiamo reclutati solo un centinaio" ha sottolineato Rappuoli che ha poi aggiunto "La Regione Toscana sta diffondendo l'opportunità via internet: speriamo che questa campagna di informazione produca risultati efficaci, altrimenti dovremo continuare il lavoro all'estero".

Rappuoli ha concluso il suo intervento auspicando che i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza possano contribuire a potenziare la ricerca sul territorio nazionale.

Lo scorso 1 Giugno è iniziata la sperimentazione di fase II-III all’Aou Senese di Anticorpi monoclonali TLS, con il trattamento del primo paziente.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si indaga per omicidio. Chi era la vittima. Sono stati i familiari a trovare il cadavere riverso a terra nella sua abitazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità