Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:40 METEO:FIRENZE20°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 29 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Assalto a Capitol Hill, Cassidy Hutchinson: «Trump sapeva che i manifestanti erano armati»

Attualità giovedì 18 dicembre 2014 ore 14:35

Pendolaria 2014, un premio alla Toscana

Servizio di Elisabetta Matini

Legambiente ha presentato il nuovo dossier. Toscana e Lombardia le regioni che investono di più nel servizio ferroviario. Sit in per la Faentina



FIRENZE — E' un'Italia a due velocità quella che emerge da Pendolaria 2014, il dossier di Legambiente sul servizio ferroviario regionale in Italia che correda la campagna dell'associazione sulla mobilità sostenibile e i diritti di chi, ogni giorno, utilizza il treno per i propri spostamenti.

Il primo dato che emerge è la crescita dei servizi dell'alta velocità rispetto a quelli regionali, caratterizzati, a livello nazionale, da tagli e passeggeri in calo.

Fa eccezione la Toscana, una delle poche Regioni a crederci davvero e a investire nell'innovazione del servizio ferroviario: nel 2014 più di 50 milioni di euro, in parte spesi anche per l'acquisto di treni nuovi. Ed è per questo, oltre per il ripristino della Porrettana e per il progetto del raddoppio della Pistoia-Montecatini, che Legambiente ha consegnato a Roma un riconoscimento all'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli.

Contemporaneamente però l'associazione ha organizzato a Firenze anche un sit-in per il potenziamento della Faentina che si è svolto di fronte al binario 17 della stazione di Santa Maria Novella: proprio sulla tratta non ellettrificata fra Borgo San Lorenzo e Firenze si registrano ancora inefficienze  e tempi di percorrenza troppo lunghi, 40 minuti per pochi chilometri nonostante un finanziamento di 31 milioni di euro promesso dalle Ferrovie ma mai arrivato a destinazione che potrebbe essere utilizzato sia per raddoppiare la linea che per elettrificarla. A tutto vantaggio dei 2700 pendolari che ogni giorni la percorrono sui binari.

Fra gli altri dati rilevanti nel dossier di Legambiente, la complessa situazione creata sempre a Firenze dai ritardi nella costruzione delle infrastrutture dell'alta velocità (tunnel e stazione Foster). I comitati di pendolari chiedono anche un maggior numero di treni regionali e l'ampliamento dei parcheggi scambiatori. C'è poi la questione dei Frecciabianca sulla linea Tirrenica: uno dei treni potrebbe essere deviato su Firenze indebolendo ancora di più il servizio di lunga percorrenza fra ROma, Genova e le città della costa toscana.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme per l'auto ribaltata fuori strada è scattato all'alba. Accorsi vigili del fuoco e sanitari. Per il conducente non c'è stato nulla da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca