Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE15°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 24 luglio 2023 ore 16:30

Ecologia al futuro, torna Festambiente

La presentazione di Festambiente, al centro il presidente Giani
La presentazione di Festambiente, al centro il presidente Giani

Per 5 giorni la manifestazione in Maremma alla sua 35a edizione, metterà a confronto esperti e grandi ospiti sui temi ambientali, fra clima ed energia



GROSSETO — Clima ed energia con le loro crisi, riconversione, agroecologia, sostenibilità: a Rispescia l'ecologia guarda al futuro nella 35a edizione di Festambiente in agenda nella frazione del comune di Grosseto dal 2 al 6 Agosto in località Enaoli.

La manifestazione nazionale di Legambiente, presentata oggi a Firenze nella sede della Regione Toscana alla presenza del presidente Eugenio Giani, metterà per 5 giorni a confronto esperti e grandi ospiti ponendosi ancora una volta come punto di riferimento per il dibattito ambientale in Italia. 

Oltre a Giani, ad illustrare stamani il programma dell'edizion 2023 di Festambiente sono arrivati il suo ideatore e coordinatore Angelo Gentili e il presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza.

“Mai come oggi - ha sottolineato Giani - le tematiche ambientali e climatiche sono di attualità. La lotta al cambiamento climatico è un’urgenza globale con la quale dobbiamo fare i conti e la transizione ecologica ed energetica è un passaggio importante che la nostra società dovrà affrontare, che noi come pubbliche amministrazioni dovremo gestire". 

Gli ospiti a confronto

Tra gli ospiti che si alterneranno sui palchi ci saranno il presidente di Libera Don Luigi Ciotti, il presidente emerito della Corte costituzionale Giuliano Amato, l’ex presidente della Consulta Giovanni Maria Flick, lo stesso Eugenio Giani, l’europarlamentare Camilla Laureti, il sottosegretario al Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica Claudio Barbaro, il presidente della Commissione ambiente della Camera dei deputati Mauro Rotelli, il presidente della Commissione lavoro della Camera dei deputati Walter Rizzetto, il presidente della Commissione agricoltura del Senato Luca De Carlo, il direttore generale dell’unità di missione per l’attuazione del Pnrr del Ministero dell’agricoltura Marco Lupo, il presidente di Federparchi Luca Santini, la portavoce del Forum Terzo Settore Vanessa Pallucchi, il presidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani.

Tra gli interventi in programma non mancheranno appuntamenti che vedranno protagonisti amministratori locali e regionali, sentinelle della transizione e ingranaggi fondamentali del cambio di passo di cui abbiamo estrema necessità.

Temi e problemi, poi largo ai più piccoli

Tra i temi affrontati la riconversione dell’Italia, da Nord a Sud; l’agroecologia e la necessità di accompagnare il made in Italy verso un futuro sempre più sostenibile; l’importanza strategica dei Parchi e delle aree protette; la finanza etica; la necessità di scommettere su un sistema sociale ambientalmente ma anche socialmente ed eticamente sostenibile; la sostenibilità nei grandi eventi. 

Moltissimi gli appuntamenti, le occasioni di approfondimento, confronto e conoscenza ma spazio anche alle attività per i bambini i ragazzi con un’intera programmazione a loro dedicata, al cinema, alle pillole culturali, a sport, escursioni, cibo buono, sano e di filiera corta.

“Festambiente - ha dichiarato Gentili - ha dimostrato che guardare sempre al futuro senza mai lasciarsi andare in balia delle onde paga e ripaga. Il festival nazionale di Legambiente si è sempre dimostrato in grado non solo di decifrare il futuro ma addirittura di anticiparlo. Per questo, l’appuntamento dal 2 al 6 Agosto in Maremma è molto più di un’occasione di incontro e confronto: è, piuttosto, un’opportunità per continuare costruire il faticoso cammino verso la transizione".

Due palchi, tanta musica

Dopo tre anni di dimensionamento dovuto alle misure anti Covid-19, il festival torna ad accendere l’estate della Maremma anche a ritmo di musica e con le emozioni di spettacoli sul palco centrale, fra novità e conferme. 

Come lo scorso anno, saranno presenti un palco centrale e un secondo palco che ospiterà band locali a cui spetterà il compito di allietare gli ospiti. Sul palco centrale il 2 Agosto saliranno Bobo Rondelli & Le chitarre da ripostiglio con “Forse che sì, forse che no”, uno spettacolo che vedrà l’artista toscano portare sul palco tutte le canzoni più ironiche, scanzonate, irriverenti e tanto amate dai suoi seguaci storici ma anche dai giovani e giovanissimi che vedono in lui un artista capace di interpretare il presente attraverso uno sguardo libero e privo di pregiudizi sul futuro. 

Il 3 Agosto sarà la volta di Edoardo Leo, attore di cinema, teatro e tv, regista e sceneggiatore reduce dal successo planetario – nel vero senso della parola – del film “Era ora” (visto da 20 milioni di spettatori in 190 paesi su Netflix). A Festambiente porterà sul palco “Le mie letture semiserie”, un personalissimo zibaldone di riflessioni sull’arte, l’umorismo, la natura umana attraverso brani raccolti in decenni di ricerca, per rileggere insieme le storie collettive “chi siamo e come ci raccontiamo”, per dirla con le parole dell’artista. 

Il 4 Agosto il testimone passerà nelle mani di Roberto Vecchioni con “L’Infinito – Parole & Musica unplugged tour”, uno spettacolo in cui affronterà i temi a lui più cari attraverso monologhi e racconti, intervallati dai brani dell’ultimo album “L’Infinito” e da alcuni classici del suo repertorio. 

Il 5 Agosto Franz Di Cioccio, Patrick Djivas e Flavio Premoli, accompagneranno le spettatrici e gli spettatori in un viaggio nella storia della PFM, la prog band italiana più famosa al mondo che continua a raccogliere un grande successo di critica e di pubblico, sia in Italia che all’estero. 

La chiusura sarà il 6 Agosto con la Bandabardò e l’attesissimo evento “Se mi rilasso collasso – Un libro suonato”. Durante la serata, saranno ripercorsi trent’anni di musica, parole, battaglie, sorrisi, sudore sotto e sopra il palco di uno dei gruppi che hanno saputo unire intere generazioni attraverso il tempo e lo spazio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno