Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:38 METEO:FIRENZE11°15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Attualità mercoledì 24 agosto 2016 ore 15:43

Sisma, 508 posti letto negli ospedali toscani

Pronta risposta della Toscana alle richieste di aiuto giunte dai luoghi del disastro. Alle 17.30 partenza della colonna mobile da Firenze sud



FIRENZE — Mentre di ora in ora si aggrava il bilancio provvisorio delle vittime del terremoto nel centro-italia (più di ottanta) la colonna mobile dei soccorsi allestita da stamani dalla Regione Toscana ha programmato di partire alle 17.30 per le zone terremotate in provincia di Rieti e Ascoli Piceno. La colonna comprende anche otto unità cinofile richieste dalla protezione civile nazionale per la ricerca dei dispersi (centinaia al momento) e a un modulo di chirurgia d'urgenza per ospedali da campo.

Le unità cinofile sono composte da due squadre dell'Anpas, due della Croce Rossa e quattro della Misericordia. 

Questa mattina, per garantire la prima assistenza, il Dipartimento nazionale della protezione civile ha attivato i soccorsi forniti da Abruzzo, Molise e Friuli Venezia Giulia. La chiamata per la colonna toscana è arrivata nel primo pomeriggio. Uomini e mezzi si raduneranno nell'area di servizio Chianti, la prima dopo l'ingresso di Firenze sud nella A1, alle 17.30. Poi il viaggio fino ad Amatrice e agli paesi sbriciolati dal sisma.

"Tutte le operazioni necessarie all'organizzazione dei moduli sono state portate a termine" ha spiegato l'assessore all'ambiente Federica Fratoni al termine della riunione organizzativa che si è tenuta nella sede di Novoli della protezione civile.

La Toscana ha raccolto tempestivamente anche la richiesta di mettere a disposizione posti letto nei propri ospedali. Da una rapida ricognizione risulta che negli ospedali della Asl Toscana sud est (la più vicina ai luoghi colpiti dal terremoto) sono disponibili 508 posti letto, così suddivisi per specialità: 100 medicina, 103 chirurgia, 32 cardiologia, 34 rianimazione, 25 rianimazione pediatrica e terapia intensiva neonatale, 6 neurochirurgia, 3 chirurgia toracica, 49 emodialisi, 52 pediatria, 104 ostetricia e ginecologia. La disponibilità dei posti letto è già stata comunicata al Dipartimento Nazionale Protezione Civile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno