Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:12 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 28 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Biden fa la terza dose del vaccino Pfizer in diretta tv

Attualità venerdì 02 luglio 2021 ore 19:25

Pericolo varianti? Accelerare i richiami

Una vaccinazione
Una vaccinazione

Lo ha detto il commissario Figliuolo nel giorno della vaccinazione di massa degli isolani dai 12 anni in su. Ma in Toscana non è possibile



ISOLA DEL GIGLIO — Si è conclusa simbolicamente all’isola del Giglio, alla presenza del commissario per l'emergenza Covid Francesco Figliuolo e del capo della protezione civile nazionale Fabrizio Curcio, la vaccinazione di tutti gli abitanti delle isole minori in Italia: una vaccinazione di massa, per chi ha scelto di farla, dai 12 anni in su. E in questa occasione Figliuolo ha ribadito la necessità di accellerare la somministrazione dei richiami del vaccino, per meglio contrastare le nuove varianti del virus soprattutto nelle persone più a rischio, quelle di età compresa fra i 60 anni e gli 80 anni: attualmente in Toscana hanno completato il ciclo vaccinale il 48,84% dei sessantenni e il 59,44% dei settantenni mentre gli ultraottantenni hanno superato l'86%. All'appello della vaccinazione mancano circa 100mila persone che diventano 2 milioni e mezzo in tutta Italia.

"La variante  Delta è una derivazione del ceppo principale di questa malattia; gli scienziati dicono che, con la doppia dose, si è abbastanza sicuri e quindi noi dobbiamo accelerare con le doppie dosi e continuare il piano vaccinale per chiuderlo il prima possibile - ha dichiarato il generale Figliuolo - Le dosi di vaccino in arrivo a Luglio sono assolutamente sufficienti per mantenere il ritmo di 500mila dosi al giorno, una media che ci porterà a fine Settembre a raggiungere il traguardo dell'80% degli italiani vaccinati. Voglio rassicurare, le dosi ci sono, e con queste dosi saremo in grado di raggiungere gli obiettivi".

Al momento però in Toscana questa accelerazione non è possibile: le prenotazioni della prima dose di vaccino anti-Covid per chi ha meno di 60 anni sono in sospeso (dovrebbero riprendere la prossima settimana, stando a quanto dichiarato dal governatore Eugenio Giani) come pure la possibilità di anticipare la dose di richiamo (Giani ha dichiarato che le dosi disponibili non sono sufficienti per riattivare questa funzione). "Le minori dosi di vaccini che arriveranno a Luglio, nonostante le integrazioni assicurate dal generale Figliuolo, non ci consentiranno di replicare le vaccinazioni fatte a Gugno - ha spiegato Giani - ma riusciremo in ogni caso a garantire tutte le prenotazioni già fatte”. 

Tornando alla campagna isole Covid-free, in Toscana si è svolta al Giglio, a Giannutri e sull’isola di Capraia. Solo al Giglio e a Giannutri, con le seconde dosi somministrate oggi, sono 800 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

La prima dose era stata somministrata il 21 e 22 maggio: in 828 avevano scelto di farlo, anche allora nei locali delle scuole di Giglio Porto e Giglio Castello trasformate in una sorta di piccolo hub. A questi vanno poi sommati chi era stato già vaccinato in precedenza: 490 tra over80 ed estremamente fragili, per un totale di 1.318 persone su una popolazione complessiva di circa 1400 persone tra residenti e domiciliati.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si è suicidato in carcere l'uomo di 38 anni accusato di aver ucciso Chiara Ugolini, 27 anni, sua vicina di casa. Era stato bloccato a Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca