Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:09 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Meghan da Oprah: «Mi vergognavo a dirlo, ma non volevo più essere viva»

Attualità martedì 05 gennaio 2021 ore 17:50

Covid, varato il decreto-ponte, tutte le novitá

Giuseppe Conte

Zona arancione il 9-10 Gennaio. Niente spostamenti fra regioni. Nuova data per la riapertura delle scuole superiori



ROMA — Poco dopo la mezzanotte il Consiglio dei Ministri, dopo una turbolenta seduta, ha approvato il decreto legge con le misure per il contenimento dell'epidemia di Covid valide dal 7 al 15 Gennaio, in buona parte giá anticipate da Toscanamedianews (vedi qui sotto l'articolo collegato).

Lo scontro principale si è consumato sul riavvio dell'attività didattica in presenza per la metà degli studenti delle scuole superiori dal 7 Gennaio: solo otto regioni, fra cui la Toscana, si sono dichiarate pronte a partire, tutte le altre hanno sollecitato un rinvio, anche per agire sulla scorta del nuovo monitoraggio settimanale sull'epidemia condotto dall'Istituto superiore di sanità. Alla fine l'accordo è stato raggiunto inserendo nel testo del decreto la "previsione della ripresa dell'attività in presenza per il 50% degli studenti a partire da lunedì 11 Gennaio". Salvo colpi di scena, in Toscana la data dovrebbe restare quella del 7 Gennaio, confermata ufficialmente ieri dal governatore Eugenio Giani nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato anche il direttore dell'Ufficio scolastico regionale (vedi qui sotto l'articolo collegato). Ma ovviamente nessuno può escludere, al momento, che la Regione scelga invece di adeguarsi allo slittamento.

In attesa di proporvi il testo integrale del decreto e aggiornarvi sulla questione delle superiori, qui sotto trovate le misure elencate nel comunicato stampa di Palazzo Chigi:

- per il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, è istituito il divieto, su tutto il territorio nazionale, di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

Quindi anche nelle regioni che il 7 e l'8 Gennaio avessero i parametri giusti per tornare in zona gialla, come molto probabilmente la Toscana, non sarà comunque consentito lo spostamento verso altre regioni.

- sabato 9 e domenica 10 gennaio 2021, ad eccezione delle regioni in zona rossa, saranno applicate su tutto il territorio nazionale le misure previste per la cosiddetta zona arancione. Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

- il testo conferma sino al 15 gennaio, nei territori inseriti in zona rossa, la possibilità, già prevista dal decreto-legge con le restrizioni anti-Covid per le festività di fine anno, di spostarsi, una sola volta al giorno, per un numero massimo di due persone, verso una sola abitazione privata all'interno della propria regione (in pratica di far visita a parenti o amici). Alla persona o alle due persone che si spostano potranno accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono.

Resta ferma, per tutto il periodo compreso tra il 7 e il 15 gennaio 2021, l’applicazione delle altre misure previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 dicembre 2020 e dalle successive ordinanze, come il coprifuoco dalle 22 alle 5 e le disposizioni sulle aperture dei negozi, dei centri commerciali, di bar, pasticcerie e ristoranti e delle altre attività economiche.

Il testo rivede anche i criteri per l’individuazione degli scenari di rischio sulla base dei quali saranno applicate le misure previste per le zone arancioni e rosse. Come anticipato dal governatore Giani dopo un colloquio con il ministro della salute Speranza, per passare da zona gialla a zona arancione la soglia limite dell'indice Rt di trasmissione del contagio si abbassa a 1 (finora era 1,25) e per passare da zona arancione a rossa a 1,25 (finora era 1,50).

Qui sotto trovate il calendario che si profila per la Toscana da oggi fino al 15 Gennaio, salvo variazioni alla luce del nuovo monitoraggio dell'Iss in uscita entro venerdí:

5 - 6 Gennaio - zona rossa

7 - 8 Gennaio - zona gialla con divieto di spostamento fra regioni

9 - 10 Gennaio - zona arancione

11 - 15 Gennaio - zona gialla con divieto di spostamento fra regioni

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Attualità